Se­que­stro di per­so­na: chie­sti 12 an­ni per un no­to im­pren­di­to­rep.

PRO­CES­SO – No­to ope­ra­to­re nel cam­po del­la ri­sto­ra­zio­ne, è ac­cu­sa­to di se­que­stro di per­so­na

Il Notiziario - - Da Prima Pagina -

GARBAGNATE – Ben do­di­ci an­ni di re­clu­sio­ne, è que­sta la pe­san­te ri­chie­sta che è sta­ta avan­za­ta dal Pub­bli­co Mi­ni­ste­ro Adria­no Scu­die­ri nei con­fron­ti di un no­to im­pren­di­to­re gar­ba­gna­te­se del cam­po del­la ri­sto­ra­zio­ne, Fran­ce­sco Crip­pa, sul cui ca­po pen­de la pe­san­te ac­cu­sa di se­que­stro di per­so­na a sco­po di estor­sio­ne. Un pro­ces­so che è in cor­so ad­di­rit­tu­ra in Cor­te d’as­si­ste.

I fat­ti ri­sal­go­no al lon­ta­no mag­gio del 2006 e av­ven­ne­ro in quel di Saronno, una sto­ria de­ci­sa­men­te com­pli­ca­ta. In sin­te­si, il Crip­pa, in qua­li­tà di pro­cu­ra­to­re d’aႇari, all’epo­ca avreb­be pro­po­sto a tre cop­pie di en­tra­re in aႇari con lui per l’aper­tu­ra di un ri­sto­ran­te.

L’in­ve­sti­men­to, è emer­so in se­de pro­ces­sua­le, fu di 177mi­la eu­ro, ma la ci­fra non sa­reb­be sta­ta suႈcien­te per com­ple­ta­re l’in­ter­ven­to. Il Crip­pa avreb­be chie­sto di in­ve­sti­re al­tri sol­di e avreb­be ipo­tiz­za­to la ri­chie­sta di un ¿nan­zia­men­to, per il qua­le oc­cor­re­va­no ov­via­men­te del­le ga­ran­zie. Si­tua­zio­ni que­ste che fe­ce­ro sor­ge­re pri­ma del­le tensioni tra i so­ci poi la de­ci­sio­ne degli al­tri di ri­nun­cia­re all’impresa.

Fin qui si trat­ta di si­tua­zio­ni che pos­so­no ac­ca­de­re nel­le di­na­mi­che di una so­cie­tà. Ma, stan­do a quan­to so­stie­ne l’ac­cu­sa, ciò che ac­cad­de do­po non fu per nul­la nor­ma­le. In­fat­ti, i so­ci si pre­sen­ta­ro­no da­van­ti al no­ta­io do­ve il Crip­pa con­se­gnò ai so­ci stes­si gli as­se­gni per li­qui­dar­li, tut­to se­con­do le re­go­le. Poi pe­rò, una vol­ta ¿ni­to col no­ta­io, avreb­be pro­po­sto agli or­mai ex so­ci di ri­tro­var­si in un lo­ca­le per de¿ni­re gli ul­ti­mi det­ta­gli del­la se­pa­ra­zio­ne. Il lo­ca­le era a Saronno e lì, se­con­do la ri­co­stru­zio­ne fat­ta dai Ca­ra­bi­nie­ri del Co­man­do di Saronno, il Crip­pa avreb­be te­so una sor­ta di trap­po­la agli ex so­ci, rin­chiu­den­do­li in uno stan­zi­no con la com­pli­ci­tà di al­tri due im­pu­ta­ti so­prag­giun­ti nel frat­tem­po, li avreb­be pic­chia­ti e co­stret­ti a re­sti­tuir­gli gli as­se­gni che ave­va con­se­gna­to lo­ro da­van­ti al no­ta­io.

Gli as­se­gni gli fu­ro­no re­sti­tui­ti e, sem­pre se­con­do la ver­sio­ne dell’ac­cu­sa, lui li strac­ciò. Gli ex so­ci fu­ro­no la­scia­ti li­be­ri e do­po al­cu­ni gior­ni eb­be­ro il co­rag­gio di an­da­re a pre­sen­ta­re de­nun­cia dai ca­ra­bi­nie­ri del Co­man­do di Saronno, che av­via­ro­no le in­da­gi­ni, coor­di­na­te dal­la Pro­cu­ra, sfo­cia­te in tre or­di­nan­ze di cu­sto­dia cau­te­la­re.

Do­po ben 12 an­ni di iter pro­ces­sua­le (as­sai lun­go poi­ché il fa­sci­co­lo ven­ne ini­zial­men­te tra­smes­so a Mi­la­no), ades­so in tri­bu­na­le si sta per giun­ge­re al pro­nun­cia­men­to: do­po la pe­san­te ri­chie­sta di con­dan­na da par­te del Pm, è ora la vol­ta del­la di­fe­sa di gio­car­si le sue car­te. La sen­ten­za è pre­vi­sta per giu­gno.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.