Il Sole 24 Ore

Azien­de pe­na­liz­za­te sul fron­te dei co­sti

La ma­no­do­pe­ra a tem­po avrà un pe­so mag­gio­re nei bi­lan­ci ma per chi sta­bi­liz­za ci so­no me­no vin­co­li

- Nicola Ba­ro­ne Claudio Tuc­ci

As­su­me­re ma­no­do­pe­ra pre­ca­ria co­ste­rà di più. Le im­pre­se non po­tran­no poi con­ta­re su­gli sta­gi­sti se i ra­gaz­zi avran­no ter­mi­na­to il pe­rio­do di formazione (vale a di­re: lau­rea, master, dot­to­ra­ti). Men­tre se un ma­gi­stra­to an­nul­le­rà un li­cen­zia­men­to per mo­ti­vi eco­no­mi­ci non po­trà più im­por­re all’azien­da il rein­te­gro del la­vo­ra­to­re (ar­ti­co­lo 18); que­sto vie­ne so­sti­tui­to dal pa­ga­men­to di un’in­den­ni­tà ri­sar­ci­to­ria com­pre­sa tra un mi­ni­mo di 15 e un mas­si­mo di 27 men­si­li­tà (cal­co­la­te sull’ul­ti­ma re­tri­bu­zio­ne glo­ba­le di fat­to).

La bozza di ri­for­ma del mercato del la­vo­ro ela­bo­ra­ta dal mi­ni­stro El­sa For­ne­ro pre­ve­de, per le azien­de, più chan­ce di uti­liz­za­re i la­vo­ra­to­ri a tem­po. An­che se nel­le im­pre­se con un ele­va­to nu­me­ro di ad­det­ti pre­ca­ri il co­sto del la­vo­ro su­bi­rà ine­vi- ta­bil­men­te un’im­pen­na­ta. So­lo in par­te re­cu­pe­ra­ta (si ipo­tiz­za fi­no a sei me­si di mag­gio­re con­tri­bu­zio­ne ver­sa­ta) in ca­so di sta­bi­liz­za­zio­ne del col­la­bo­ra­to­re. Per le im­pre­se di di­men­sio­ni più pic­co­le sa­rà in­ve­ce più age­vo­le ac­ce­de­re ai nuo­vi am­mor­tiz­za­to­ri so­cia­li (l’aspi, fi­nan­zia­ta ap­pun­to da un au­men­to dei co­sti, +1,4%, sul la­vo­ro a ter­mi­ne). In ge­ne­re le im­pre­se do­vran­no fa­re at­ten­zio­ne a uti­liz­za­re cor­ret­ta­men­te ma­no­do­pe­ra in par­ti­ta Iva. Se la col­la­bo­ra­zio­ne du­ra più di sei me­si, fa gua­da­gna­re al col­la­bo­ra­to­re il 75% dei cor­ri­spet­ti­vi to­ta­li e pre­ve­de l’uti­liz­zo di po­sta­zio­ni azien­da­li, il ri­schio è che scat­ti la pre­sun­zio­ne di su­bor­di­na­zio­ne (che ob­bli­ga l’im­pre­sa a sta­bi­liz­za­re il rap­por­to).

In que­sta pa­gi­na il So­le-24 Ore of­fre al­cu­ni ca­si con­cre­ti di quel­lo che cam­bia per le im­pre­se con l’ar­ri­vo del­la ri­for­ma For­ne­ro.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy