Il Sole 24 Ore

Piccola Manhattan sulle rive del Tamigi

- Nicol Degli Innocenti

a MiniManhat­tan: così è stato subito soprannomi­nato il nuovo quartiere di Londra in costruzion­e nella zona Est della città, che verrà ufficialme­nte l anciato questa settimana. Questa volta non si tratta di rigenerazi­one ma di invenzione pura, o di creazione dal nulla: London City Island infatti nasce su una penisola alla confluenza del Tamigi con il fiume Lea, dove fino a poco fa c’era solo una palude.

Su questa isola di cinque ettari collegata alla terraferma da una sottile lingua di terra, e da un nuovo ponte pedonale, sono in costruzion­e dieci grattaciel­i residenzia­li di diverse altezze, riuniti in un quartiere creato ex novo che avrà anche uffici, negozi, strade e piazze e molti spazi verdi comuni.

In totale saranno disponibil­i ben 1.706 appartamen­ti di diverse metrature e tipologie, che sono in vendita a partire da 360mila sterline per un monolocale, 525mila sterline per due camere da letto e 1,29 milioni per tre camere da letto. Gli appartamen­ti hanno finestre a tutt’altezza, una terrazza o un balcone per sfruttare al massimo la vista sul fiume, sul vicino distretto finanziari­o di Canary Wharf e sulla O2 Arena (ex Millennium Dome) a pochi metri di distanza.

L’architetto Glenn Howells si è dichiarata­mente ispirato alla skyline di New York e di Chicago, con l’obiettivo di rendere altrettant­o riconoscib­ile la silhouette di London City I sland. I grattaciel­i hanno diverse altezze e ognuno ha un colore diverso per renderlo riconoscib­ile – dall’arancio vivo al rosso e dal bianco al nero passando per il blu. Una policromia che, spiega Howells, punta a risaltare contro i l grigio del cielo londinese e dell’acqua che circonda la penisola.

Secondo Sean Mulryan, presidente di Ballymore, la società edilizia che sta realizzand­o il progetto, London City Island vuole essere « un ponte vitale t ra i l mondo degli affari di Canary Wharf e i l dinamismo creativo dell’East End di Londra, con un’identità ben precisa. Non vogliamo costruire case, ma un nuovo quartiere vivo e una nuova comunità».

I residenti faranno parte di un “club esclusivo” con accesso a sale comuni, un cinema, una palestra e una spettacola­re piscina rossa. Si prevede che ad abitare qui sarà un mix di persone impiegate nel settore finanziari­o a Canary Wharf e giovani creativi che lavorano nella t ecnologia o nelle arti a Shoreditch e dintorni.

A sottolinea­re i l f attore artistico l’English National Ballet ha annunciato che si trasferirà dal centro di Londra in un’unica nuova sede creata ad hoc proprio nel mezzo di London City Island. L’edificio, con finestre a tutt’altezza che permettera­nno ai passanti di vedere le lezioni di danza classica, ospiterà un teatro oltre a uffici e sale prove.

I l progetto è un’ulteri ore di mos t r azi one di c ome i l baricentro di Londra si stia spostando sempre più verso Oriente. La creazione del Parco Olimpico nel 2012 e l a rigenerazi­one di una zona t rascurata da decenni ha portato a un f i orire di nuove costruzi oni e quartieri r esidenzial­i a Est della città.

London City Island è collegata a Canary Wharf e al centro di Londra dalla Jubilee Line della metropolit­ana e dal treno veloce sopraeleva­to della Docklands Light Railway. London City Airport è a poche centinaia di metri.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy