L’Arca di Noè

32(7(66 758 7

-

Isabella 0orra sognava la libert , invece visse (sono parole sue) min un inferno solitario e strano , prigionier­a nel castello di alsinni (sotto), in Basilicata. 1ella rocca di famiglia, la giovane trov la morte, assassinat­a dai fratelli che intendevan­o salvaguard­are l’onore del casato, dopo aver scoperto la relazione della sorella con un nobiluomo.

1ata nel 152 dal barone iovan 0ichele di 0orra e avviata da lui agli studi, Isabella visse la giovinezza reclusa nel maniero avito. Crebbe an gariata dalla prepotenza dei fratelli, mentre il padre, accusato di infedelt dagli spagnoli, era riparato in )rancia. Isabella trov rifugio nella scrittura di versi petrarches­chi, e galeotta fu la poesia, che la indusse a intesse re una itta corrispond­enza (non puramente letteraria) con il signorotto ispano napoletano don Diego de Castro, anch’egli poeta e padrone di un feudo vicino a )avale.

Bench« sposato, de Castro corteggiav­a fan ciulle di buona famiglia, e non escluso che abbia incontrato davvero Isabella.

orpresa la sorella con una lettera in mano, i tre fratelli la uccisero a pugna late nel 1545; stessa ine fece il precet tore della giovane, accusato di favorire la tresca. )uggiti in )rancia, ma ancora assetati di vendetta, gli assassini fecero ri torno in Basilicata l’anno dopo, sorpresero don Diego in un bosco e lo ammazzaron­o a colpi di archibugio. I fratelli non pagarono mai per il triplice omicidio, il cui movente era anche poli tico: Isabella, infatti, aveva tradito l’onore, ma anche la fede ilofrances­e del casato, entrando in contatto con uno spagnolo partigiano di Carlo .

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy