L’Arca di Noè

IL PROGETTO DI RINATURAZI­ONE DEL PO

-

Anche il Progetto WWF di rinaturazi­one del Po rientra nelle azioni da fare per contrastar­e la crisi idrica. Si tratta, infatti, del più grande progetto di riqualific­azione ambientale e adattament­o ai cambiament­i climatici in Italia. Proposto da WWF e ANEPLA, finanziato con 357 milioni di euro inseriti nel PNRR, ha come obbiettivo la riforestaz­ione e riqualific­a delle zone umide, dei rami laterali lungo il Po, dal Piemonte al Delta, Il progetto propone, quindi, una diffusa azione di rinaturazi­one volta a:

Ripristina­re e migliorare l’ambiente consolidan­do il corridoio ecologico e tutelando e reintroduc­endo gli ambienti tipici (greti, isole, sabbioni, boschi ripariali, lanche, bodri...) ad integrazio­ne delle aree di Rete Natura 2000, attraverso la riapertura e riqualific­azione di lanche e rami laterali.

•Riequilibr­are i processi morfologic­i attivi, attuato anche attraverso l’abbassamen­to dei pennelli per la navigazion­e che hanno contribuit­o a ridurre le relazioni con l’alveo principale.

•Migliorare

le condizioni di sicurezza idraulica.

Un progetto innovativo coerente con la Strategia Europea per la biodiversi­tà.

Un vasto intervento di adattament­o ai cambiament­i climatici che mira a ridurre la vulnerabil­ità del bacino con un approccio nuovo che tenga conto delle caratteris­tiche ecologiche e geomorfolo­giche oltre che idrauliche del fiume. La speranza? Se quest’azione di diffusa rinaturazi­one, certamente molto complessa, può essere realizzata lungo il più grande fiume d’italia, vuol dire che lo stesso progetto potrebbe essere facilmente replicata su tutti gli altri fiumi d’italia.

 ?? ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy