La Gazzetta dello Sport - Romana

Ora arriva il bello

- di Alessandra Bocci ROMA

Gli amici di famiglia dicono che gli piacerebbe fare il giornalist­a, intanto ha cominciato con una intervista video alla mamma. Yulia, Apostolos, Stefanos, e mettiamoci pure Petros: la famiglia Tsitsipas è unita come poche nel circuito del tennis, e nelle famiglie, si sa, si litiga. A Roma, lo scorso anno, Stefanos cacciò praticamen­te la madre dalla tribuna stampa con uno dei suoi scoppi d’ira furibonda: Yulia oltretutto era colpevole di parlare in russo, lingua sua e dell’avversario Medvedev (le mamme dei due tennisti fra l’altro sono molto amiche). Spesso Yulia e Stefanos litigano, ma resta un cocco di mamma e del papà coach Apostolos, che quando gli chiedono del rapporto dice sempre: «Quando è sotto pressione può dirmi quello che vuole». Ha cominciato il torneo con uno scoppio di rabbia dei suoi, uno psicodramm­a e gliene capitano spesso, nel match contro Struff, che ha battuto in tre set. Ha proseguito molto meglio, battendo prima Cameron Norrie in due set (il secondo al tie break), poi nettamente De Minaur: la marcia di Stefanos Tsitsipas sul rosso, il suo tappeto preferito, continua.

Quante fan Figlio modello, ma anche modello e basta: gli stilisti si contendono il greco che piace e non soltanto per il suo tennis fatato. I suoi gusti oscillano fra gli snack alle alghe giapponesi e la pizza, ama i gelati e le costolette d’agnello. Tsitsi, che è tornato single alla viglia del torneo (la separazion­e è stata annunciata da Paula Badosa sui social) è cresciuto guardando Roger Federer e a Roma è molto amato nonostante gli sfoghi riservati soprattutt­o al suo box. È che il suo tennis classico, con il rovescio a una mano ormai così raro, mette tutti d’accordo e il sostegno del pubblico difficilme­nte viene a mancare. Lo scorso anno Tsitsipas si è fermato in semifinale, nel 2022 aveva perso in finale con Djokovic. Adesso, in un torneo che ha perso i re, cerca di conquistar­e finalmente il titolo, per centrare la doppietta Montecarlo-Roma, che dopo la battuta d’arresto di Madrid gli regalerebb­e una buona iniezione di fiducia per il Roland Garros. Certo, Montecarlo è un ricordo amaro per i tifosi italiani, per quell’out non fischiato nel match contro Sinner. Ma Tsitsi, pur riconoscen­do che quell’errore arbitrale ha pesato eccome nell’economia del match, tira dritto: «Avendo giocato molto sulla terra rossa, quello che posso dire è che le chiamate provo a gestirmele da solo. Non mi fido molto dei giudici di linea».

Sostegno E difficilme­nte il pubblico del Centrale ce l’avrà con Stefanos per quella svista monegasca. Quella ammirata contro De Minaur è una delle versioni migliori di Tsitsipas negli ultimi tempi. Il peggio sembra archiviato con la rimonta su Struff. «Non mi aspettavo un finale del genere perché per un set e mezzo ero perso in mezzo al campo», ha riconosciu­to con onestà dopo quella partita. «Non avevo mai provato quelle sensazioni su un campo da tennis, un’onda di negatività mi ha invaso. Ho dato tutto per ribaltare la situazione e ci sono riuscito». Ma il peggio è passato e dopo l’ultima ottima prestazion­e Tsitsipas ha cambiato marcia anche sul piano psicologic­o. «Il mio compito è quello di scendere in campo, dimostrare il meglio che posso in termini di tennis, usare le mie armi in modo efficace». Jarry è un osso duro, ma Tsitsipas non sembra più in vena di alti e bassi. Dopo due semifinali e una finale, è ora di conquistar­e Roma.

 ?? ?? Top ten Stefanos Tsitsipas, 25 anni, è numero 8 del ranking. In carriera ha vinto 11 tornei, l’ultimo dei quali è il Masters
1000 di Montecarlo del mese scorso
Top ten Stefanos Tsitsipas, 25 anni, è numero 8 del ranking. In carriera ha vinto 11 tornei, l’ultimo dei quali è il Masters 1000 di Montecarlo del mese scorso
 ?? ?? Si è arreso a Djokovic Stefanos Tsitsipas due anni fa ha ceduto soltanto in finale al serbo, che ha conquistat­o così il sesto titolo a Roma, chiudendo la partita 6-0, 7-6
Si è arreso a Djokovic Stefanos Tsitsipas due anni fa ha ceduto soltanto in finale al serbo, che ha conquistat­o così il sesto titolo a Roma, chiudendo la partita 6-0, 7-6

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy