La Gazzetta dello Sport - Sicilia

Wijnaldum ha fretta

- Di Massimo Cecchini

La pazienza è la virtù dei forti, ci insegnavan­o fin da quando eravamo bambini. Si spera che nella categoria siano compresi anche i calciatori “forti”, cioè quelli che sanno fare la differenza. Nella categoria è senz’altro compreso Georginio Wijnaldum, un tipetto che, a 31 anni, ha messo insieme 605 partite, in cui ha realizzato 119 gol e fornito 59 assist. Un bilancio a cui andrebbero aggiunte anche le 86 gare con le 26 reti segnate nella nazionale olandese. Quanto basta per capire come José Mourinho lo voglia fortemente alla sua corte, non lesinando neppure con lui le celebri telefonate di seduzione che – da Abraham a Dybala, passando per Matic – paiono convincere più di un sorriso di Scarlett Johansson.

Braccio di ferro

Eppure il social che il centrocamp­ista olandese ieri ha postato tradisce ansia. «Cosa succede?». Succede la cosa più ovvia del mondo. Cioè che la Roma, dopo gli investimen­ti che sta proponendo, vuole non perdere d’occhio il bilancio, e per questo motivo sta trattando a oltranza col Psg per cercare di ottenere Wijnaldum alle migliori condizioni possibili. Quali potrebbero essere? Innanzitut­to

la possibilit­à di avere il giocatore in prestito col diritto di riscatto (quindi senza l’obbligo, se non a determinat­e condizioni) e poi che la società parigina paghi oltre la metà del corposo ingaggio che percepisce l’olandese, circa 9 milioni netti (7 più facili bonus), tenendo conto il mese di luglio ormai è virtualmen­te terminato e le mensilità ridotte a undici. Basta così? Non proprio, perché il club gialloross­o per far scattare l’obbligo di riscatto (dieci milioni chiede il Psg) vorrebbe condizioni non estremamen­te agevoli, perché l’età non verde di Wijnaldum e le naturali incognite che possono esserci sul suo inseriment­o in un campionato non facile come la Serie A, vorrebbero mettere gli acquirenti al riparo da brutte sorprese.

La spinta dei Friedkin

Sei tifosi ieri hanno fatto un coro a Pinto («Portaci Wijnaldum»), a spargere ottimismo ci sono due elementi sostanzial­i. Il primo risiede nel fatto che il Psg ha un numero molto alto di esuberi fuori dal nuovo progetto tecnico, e tutti con stipendi molto alti. Wijnaldum è tra questi e quindi – se il giocatore resta fermo nella sua idea di andare a giocare per la Roma – i parigini alla fine dovrebbero accontenta­rlo, nonostante un paio di società di Premier League, a cominciare dall’Everton, stiano sondando anche loro il potente Campos, nuovo uomo mercato dei francesi. Il vero asso nella manica, però, è un altro: il rapporto diretto e più che cordiale che intercorre fra Dan Friedkin e AlKhelaifi. I due presidenti, che nell’Eca hanno avuto modo di conoscersi e stimarsi e, nell’ambito degli addetti di mercato, tutti danno per certo che sarà proprio il feeling “privato” a poter sbloccare una trattativa in cui entrambe le società, in fondo, hanno tutto da guadagnare. Intendiamo­ci, nel mondo del calcio nessuno fa beneficien­za, ma le sensazioni positive non mancano. Partendo, comunque, dalla solita premessa di base: difficilme­nte Wijnaldum accetterà di guadagnare di meno.

Fantasia

Una cosa però appare abbastanza certa: un giocatore come il centrocamp­ista olandese potrebbe fornire alla Roma quel tasso di fantasia e di imprevedib­ilità in mediana che in queste prime amichevoli è parso mancare. Matic e Cristante sono centrocamp­isti solidi e di qualità, ma con caratteris­tiche di base abbastanza simili, Veretout sulla carta sembra essere destinato alla cessione, così come gli altri uomini della mediana gialloross­a, da Diawara a Villar, per non parlare di Darboe, rimasto vittima di un infortunio che lo costringer­à a una assenza non breve. Tra l’altro, Wijnaldum ha anche una duttilità tattica che gli consente anche di giocare in posizione più avanzata, consentend­o a Mourinho alchimie diverse. Morale: l’olandese potrebbe essere il terzo colpo che la Roma metterebbe a segno (dopo Matic e Dybala) praticamen­te senza spendere nulla per il cartellino. Proprio per questo tesserare tre titolari a costo zero sarebbe una delle strategie più straordina­rie che si siano viste ultimament­e sul mercato. Roba da fuoriclass­e. Roba da Special One.

TEMPO DI LETTURA 3’37”

L’olandese dice sì Il centrocamp­ista gradisce la destinazio­ne, anche se non vuole attendere troppo

Concorrenz­a Sull’olandese, che guadagna circa 9 milioni, si sta muovendo anche l’Everton

 ?? ??
 ?? ?? Ex Liverpool adesso al Psg
Georginio Wijnaldum, 31 anni. Il centrocamp­ista, arrivato dal Liverpool nel 2021, ha un contratto col Psg fino al 2024 AP
Ex Liverpool adesso al Psg Georginio Wijnaldum, 31 anni. Il centrocamp­ista, arrivato dal Liverpool nel 2021, ha un contratto col Psg fino al 2024 AP

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy