«L’op­por­tu­ni­tà di una vi­ta. La no­stra for­za re­sta la stes­sa»

●«Ne­gli ul­ti­mi due an­ni si è la­vo­ra­to be­nis­si­mo. In due gior­ni che co­sa vuoi cam­bia­re?»

La Gazzetta dello Sport - - Mondiale Al Via - INVIATO A KRA­SNO­DAR

Dal­le ri­spo­ste sec­che e ner­vo­se di Ju­len Lopetegui a quel­le na­vi­ga­te e ar­ric­chi­te da umo­ri­smo ed espe­rien­za di Fer­nan­do Hier­ro. Il pri­mo cam­bio nel­la Ro­ja è dia­let­ti­co. Per il re­sto, non c’è da at­ten­der­si la rivoluzione. «Per­ché in que­sti due an­ni si è la­vo­ra­to be­nis­si­mo, e per­ché in due gior­ni co­sa vuoi cam­bia­re?» di­ce con ri­co­no­scen­za e prag­ma­ti­smo il nuo­vo c.t. del­la Spa­gna. Squa­dra che non per­de non si toc­ca. La Ro­ja con Lopetegui è ri­ma­sta im­bat­tu­ta e Hier­ro sem­bra vo­ler sem­pli­ce­men­te rial­lac­cia­re il fi­lo ta­glia­to da que­ste 24 ore as­sur­de e spe­ra­re che il trau­ma sia lie­ve. «Sia­mo venuti qui per fa­re un gran­de Mon­dia­le e l’obiet­ti­vo non è cam­bia­to. Non bi­so­gna far­si di­strar­re da quan­to è suc­ces­so in que­ste ul­ti­me ore, e la tur­bo­len­za non de­ve ser­vi­re co­me scu­sa. La no­stra for­za, le no­stre ca­pa­ci­tà, le no­stre qua­li­tà so­no le stes­se. Ju­len ha fat­to un ot­ti­mo la­vo­ro e dob­bia­mo pro­se­guir­lo».

LA GRAN­DE OP­POR­TU­NI­TÀ Ac­can­to a Hier­ro sie­de Luis Ru­bia­les, vi­si­bil­men­te pro­va­to. «Una NUO­VO C.T. DEL­LA SPA­GNA

IO CO­ME ZI­DA­NE AL MA­DRID? MA­GA­RI, FIR­ME­REI OG­GI STES­SO

FER­NAN­DO HIER­RO

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.