«ICAR­DI, CO­BRA AN­TI-MI­LAN E COL BA­RÇA SI PUÒ VIN­CE­RE»

«IN EU­RO­PA VOR­REI LA SFI­DA TRA IN­TER E JU­VE NEI QUAR­TI E LÌ RE­GO­LA­RE I CON­TI...»

La Gazzetta dello Sport - - Serie A Festival Dello Sport > Il Tifoso Speciale -

Tot­te­n­ham? Nel 2010 quan­do ac­cad­de?

«Se de­vo sce­glie­re un istan­te pre­ci­so, di­co la vit­to­ria a Stan­ford Brid­ge in ca­sa del Chel­sea. Ho avu­to la for­tu­na di es­ser­ci an­che lì. Il gol di Eto’o ha se­gna­to la svol­ta del­la sta­gio­ne. Quel­la è sta­ta la partita del­la con­sa­pe­vo­lez­za, la pri­ma vol­ta in cui l’In­ter ha in­gra­na­to da squa­dra che po­te­va vin­ce­re tutto».

Spal­let­ti le ri­cor­da in qual­co­sa Mou­ri­n­ho?

«As­so­lu­ta­men­te no. En­tram­bi han­no tan­te qua­li­tà, ma so­no mol­to di­ver­si tra lo­ro. Non so­no ac­co­sta­bi­li».

No­stal­gia per la squa­dra di al­lo­ra, pa­ra­go­nan­do­la agli in­ter­pre­ti at­tua­li?

«L’In­ter di og­gi ha tan­ti bra­vi gio­ca­to­ri, ma quel­la del 2010 era com­po­sta da gran­dis­si­mi cam­pio­ni. Mol­ti di lo­ro an­co­ra sa­reb­be­ro uti­li e fa­reb­be­ro la dif­fe­ren­za in cam­po. An­che nell’at­tua­le con­di­zio­ne fi­si­ca...».

An­che sen­za Mai­con e Za­net­ti, do­ve può ar­ri­va­re l’In­ter di Spal­let­ti? Può es­se­re l’an­ti-Ju­ve?

«Il ti­fo è gran­de, ma re­sto un gior­na­li­sta in­tel­let­tual­men­te obiet­ti­vo: la Ju­ve è la più for­te di tut­te, mi pa­re evi­den­te. An­che il Na­po­li mi sem­bra un gra­di­no so­pra, men­tre con tut­te le al­tre l’In­ter è al­la pa­ri o su­pe­rio­re».

HA DET­TO

La Cham­pions è un tor­neo par­ti­co­la­re: tan­te vol­te può usci­re una sor­pre­sa

La mia stra­cit­ta­di­na del cuo­re? Un 5-2 al Mi­lan con re­ti di Cor­so e Maz­zo­la

E in Cham­pions?

«È una com­pe­ti­zio­ne par­ti­co­la­re, do­ve tan­te vol­te può ve­nir fuo­ri una sor­pre­sa. Ba­sti pen­sa­re al Psg che in avan­ti ha cam­pio­ni in­cre­di­bi­li e co­mun­que da an­ni fa fa­ti­ca ad ar­ri­va­re in fon­do...».

Tra 10 gior­ni ci sa­rà In­ter-Bar­cel­lo­na. Si può fer­ma­re Mes­si?

«In una partita sec­ca e a San Si­ro l’In­ter può bat­te­re il Bar­cel­lo­na. I ca­ta­la­ni poi non so­no più im­bat­ti­bi­li co­me qual­che an­no fa. L’im­por­tan­te co­mun­que è pas­sa­re il tur­no. Poi dai quar­ti in poi, me­glio se an­co­ra più avan­ti, sa­reb­be bel­lo tro­va­re la Ju­ve e re­go­la­re i con­ti lì nel­le sfi­de a eli­mi­na­zio­ne di­ret­ta».

Per ades­so bi­so­gna fa­re i con­ti col Mi­lan: qua­le der­by por­ta nel cuo­re?

«Un 5-2 al Mi­lan in cui se­gna­ro­no Cor­so e Maz­zo­la. All’an­da­ta ave­va­mo per­so 3-0, era la Gran­de In­ter. Ho avu­to la for­tu­na di go­der­mi dal vi­vo due squa­dre straor­di­na­rie, quel­la de­gli an­ni Ses­san­ta e quel­la del Tri­ple­te».

Sa­rà an­che Icar­di con­tro Hi­guain.

«Due cam­pio­ni, di cui uno pe­rò mol­to più gio­va­ne. Hi­guain tut­te le vol­te de­ve con­fer­ma­re di es­se­re sem­pre Hi­guain. Icar­di in­ve­ce è un co­bra, a vol­te sem­bra che son­nec­chi e poi quan­do non te lo aspet­ti piaz­za il mor­so de­ci­si­vo. Quel­la tra i due ar­gen­ti­ni sa­rà una gran­de sfi­da, ma non ho mai vi­sto una squa­dra vin­ce­re per un so­lo gio­ca­to­re. L’im­por­tan­te sa­rà gio­ca­re be­ne per fa­re ri­sul­ta­to».

Mau­ro è il mi­glior cen­tra­van­ti del­la Se­rie A?

«Si­cu­ra­men­te è uno dei più for­ti, ma ve­do an­che al­tri gran­di at­tac­can­ti in gi­ro. Non so­no in­vi­dio­so per na­tu­ra, ma se po­tes­si uno co­me Man­d­zu­kic lo ru­be­rei di not­te al­la Ju­ve...».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.