Sul Mu­ro ri­na­sce il ve­ro Ni­ba­li Bat­ta­glia con Pi­not e brin­di­si fran­ce­se

● Sor­ma­no, - 47 km: lo Squa­lo fa sal­ta­re la cor­sa Co­me Vet­tel con­tro Ha­mil­ton, sul Ci­vi­glio gran duel­lo con Thi­baut, che lo stac­ca e trion­fa. Vin­cen­zo 2°: «Per la pri­ma vol­ta mi so­no sen­ti­to io»

La Gazzetta dello Sport - - Ciclismo La 112a Edizione Della Classica Gazzetta - Ci­ro Sco­gna­mi­glio INVIATO A CO­MO twit­ter@ci­ro­gaz­zet­ta

Le sei del­la se­ra. Pro­vi a met­te­re in­sie­me i pen­sie­ri, guar­dan­do l’in­can­to del la­go di Co­mo, e il ri­fles­so dell’ac­qua re­sti­tui­sce due pun­ti in­ter­ro­ga­ti­vi gran­di al­me­no quan­to il rim­pian­to che si por­ta­no ap­pres­so: ma la sta­gio­ne del gran­de ci­cli­smo è pro­prio fi­ni­ta ie­ri? E Vin­cen­zo Ni­ba­li de­ve dav­ve­ro an­da­re in va­can­za? Un Lom­bar­dia straor­di­na­rio è an­da­to in ar­chi­vio da po­co e la sen­sa­zio­ne – net­ta – è che non si muo­ve­rà dal­la te­sta e dal cuo­re per un bel pez­zo. Me­ri­to di un gi­gan­te co­me Thi­baut Pi­not: nell’Italia che tan­to ama si è re­ga­la­to, per di­stac­co, il pri­mo Mo­nu­men­to del­la car­rie­ra. E di uno Squa­lo im­men­so, se­con­do a me­no di tre me­si dal­la frat­tu­ra ver­te­bra­le ri­me­dia­ta al Tour. «Il pri­mo gior­no in cui mi so­no sen­ti­to dav­ve­ro io. E’ sta­to co­me ri­na­sce­re, spor­ti­va­men­te par­lan­do. Ma non avrei fir­ma­to per il piaz­za­men­to, io vo­le­vo vin­ce­re. Ci speravo». Gli so­no man­ca­ti tre­cen­to me­tri sul Ci­vi­glio, al­tri­men­ti chis­sà… Quei due era­no già as­sie­me sul po­dio del Tour 2014: Vin­cen­zo pri­mo, Pi­not ter­zo. Che sto­ria.

TAP­PO Il Mu­ro di Sor­ma­no. Un sim­bo­lo. Nep­pu­re due chi­lo­me­tri, ma pen­den­ze fi­no al 27%. E’ lì che il tap­po al­la 112/ a edi­zio­ne dell’ul­ti­mo mo­nu­men­to dell’an­no, fir­ma­to Rcs Sport/Gaz­zet­ta, sal­ta de­fi­ni­ti­va­men­te. E’ lì che il Lom­bar­dia co­min­cia a di­ven­ta­re bel­lis­si­mo. «Co­sì du­ro da es­se­re uni­co»: 241 chi­lo­me­tri da Ber­ga­mo a Co­mo, al­me­no 4.000 me­tri di di­sli­vel­lo. Il to­tem Ghi­sal­lo, il Ci­vi­glio, il «nuovo» Mon­te Olim­pi­no – al po­sto del San Fer­mo – ai me­no 3 dal­la li­nea bian­ca. Ma la gra­fi­ca in vi­deo di­ce che ne man­ca­no 47,3 quan­do Vin­cen­zo Ni­ba­li ini­zia a mor­de­re. Nes­su­no me­glio di lui può rac­con­ta­re co­me è an­da­ta: «Si era già mos­so Ro­glic – spie­ga il 33en­ne si­ci­lia­no del­la

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.