IL RI­COR­DO SERGENTE CHE PIACEVA A TUT­TI

La scom­par­sa dell’ex tec­ni­co

La Gazzetta dello Sport - - Da Prima Pagina - di AL­BER­TO CERRUTI

Era con­si­de­ra­to un sergente, più o me­no di fer­ro, ep­pu­re gli vo­le­va­no be­ne tut­ti, per­ché Gi­gi Ra­di­ce era un du­ro, al­me­no in ap­pa­ren­za, ma sem­pre lea­le. E se non aves­se avu­to que­ste ca­rat­te­ri­sti­che, il «Pa­ron» Ne­reo Roc­co che pri­ma mi­su­ra­va gli uo­mi­ni e poi i «zo­ga­dor», non lo avreb­be te­nu­to nel suo pri­mo gran­de Mi­lan che vin­se su­bi­to scu­det­to e cop­pa dei Campioni. Ter­zi­no e me­dia­no, ca­pa­ce di cor­re­re sul­la fa­scia e in mez­zo al cam­po, Ra­di­ce non c’era in quel po­me­rig­gio di Wem­bley, ma quel­la pri­ma cop­pa vin­ta da una squa­dra ita­lia­na era an­che sua, per­ché lui era ami­co di tut­ti, di Al­ta­fi­ni e Ri­ve­ra, ma so­prat­tut­to di Tra­pat­to­ni, che abi­ta­va vi­ci­no a lui. Ra­di­ce e Tra­pat­to­ni par­la­va­no in mi­la­ne­se men­tre an­da­va­no in­sie­me in mac­chi­na agli al­le­na­men­ti, mai più im­ma­gi­nan­do di ri­tro­var­si un gior­no av­ver­sa­ri co­me al­le­na­to­ri nei der­by di To­ri­no. Tra­pat­to­ni sul­la pan­chi­na del­la Ju­ven­tus, Ra­di­ce su quel­la del To­ro, co­me chia­ma­va la squa­dra, per­ché per lui To­ri­no era sol­tan­to il no­me del­la cit­tà.

Pro­prio al To­ro era­no le­ga­ti i suoi ri­cor­di più bel­li, per­ché è sta­to lui il co­man­dan­te di quel­la squa­dra ca­pa­ce di strap­pa­re lo scu­det­to al­la Juve, nel 1976. Il To­ro dei «gemelli del gol» Pu­li­ci e Gra­zia­ni, del «poe­ta del gol» Clau­dio Sa­la, di Ca­stel­li­ni, Pec­ci e Zac­ca­rel­li. Ca­pa­ce di par­la­re di pres­sing e squa­dra cor­ta, per­ché Ra­di­ce già al­lo­ra era con­si­de­ra­to un tec­ni­co mo­der­no, ama­to dai suoi ti­fo­si, ri­spet­ta­to da­gli av­ver­sa­ri e ri­ma­sto nel cuo­re de­gli ami­ci, a co­min­cia­re da Tra­pat­to­ni che scop­piò a pian­ge­re quel po­me­rig­gio del 17 apri­le 1979, quan­do gli dis­se­ro che Ra­di­ce era mor­to. In real­tà, quan­do le no­ti­zie non ar­ri­va­va­no in tem­po rea­le co­me og­gi, su quell’au­to coin­vol­ta in un tre­men­do in­ci­den­te vi­ci­no a Im­pe­ria era mor­to il suo ami­co e aiu­tan­te Pao­lo­ne Ba­ri­son, cre­sciu­to co­me lui nel Mi­lan di Roc­co. Ra­di­ce se l’era ca­va­ta con uno choc in­di­men­ti­ca­bi­le e l’am­pu­ta­zio­ne del mi­gno­lo di una ma­no. Tor­nò in pan­chi­na e riu­scì an­che a scher­za­re su quel­la me­no­ma­zio­ne, con l’au­toi­ro­nia dei gran­di. E co­sì, quan­do tor­nò al Mi­lan co­me al­le­na­to­re, do­po aver la­scia­to il To­ro e il Bo­lo­gna, un gior­no ci rac­con­tò di aver di­spo­sto con la ma­no una bar­rie­ra a quat­tro in al­le­na­men­to ma di es­ser­si su­bi­to pen­ti­to. «Che sce­mo – dis­se - co­me fac­cio a in­di­ca­re quat­tro uo­mi­ni se ho sol­tan­to tre di­ta?».

Non fu­ro­no pe­rò gior­ni fe­li­ci co­me quan­do gio­ca­va, per­ché quel Mi­lan ap­pe­na ri­sa­li­to in A, do­po la re­tro­ces­sio­ne per lo scan­da­lo scom­mes­se, sta­va di nuo­vo sci­vo­lan­do in B. Lui pro­vò in­va­no a scuo­te­re la squa­dra con le ma­nie­re for­ti, sti­mo­lan­do i gio­ca­to­ri più gio­va­ni con la sua fra­se ti­pi­ca. «Ra­gaz­zo stai nel­la ce­sta», di­ce­va al gio­va­ne Ba­re­si, quan­do si ar­rab­bia­va. An­che se non riu­scì a fi­ni­re la sta­gio­ne, il Mi­lan per lui era sem­pre il pri­mo amo­re, an­che se il ve­ro gran­de amo­re è sta­to il To­ro. E quei ra­gaz­zi gra­na­ta, di­ven­ta­ti campioni d’Ita­lia con lui e gra­zie a lui, non lo han­no mai di­men­ti­ca­to, per­ché so­no an­da­ti a tro­var­lo a ca­sa fi­no a quan­do lui li ha ri­co­no­sciu­ti, con­ge­dan­do­li con un sor­ri­so dol­ce, ma sem­pre più di­stac­ca­to. E ades­so che la lu­ce dei suoi oc­chi chia­ri si è spen­ta per sem­pre, spe­gnia­mo an­che noi il com­pu­ter per­ché sen­tia­mo nel­le orecchie quel­la sua vo­ce in­di­men­ti­ca­bi­le che ci di­ce: «ra­gaz­zo ba­sta, stai nel­la ce­sta». Lui, in­ve­ce, nel­la ce­sta non ci sta­rà mai, per­ché Ra­di­ce sa­rà sem­pre Ra­di­ce, il sergente du­ro ma lea­le che ha fat­to pian­ge­re di gio­ia tut­ti i ti­fo­si del To­ro.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.