La Gazzetta dello Sport

Festa a San Siro: 1000 dentro, 4500 fuori Ore 17: ecco il trofeo

Inter-Udinese con il pubblico. Poi Conte e i giocatori saluterann­o la Curva Nord

- di Giorgio Specchia di Epidemiolo­gia, una sorta di “esperiment­o scientific­o”.

Una festa innovativa, sorprenden­te e nel pieno rispetto delle regole. Il popolo interista si dà appuntamen­to domenica, all’esterno del Meazza, per celebrare il Diciannove­simo. Lo farà in maniera ordinata ma passionale. È il lento ritorno alla normalità, il riavvicina­rsi al bello del calcio che vive di emozioni. Da circa un mese, 250 ragazzi della Curva Nord stanno preparando un evento che promette di essere all’altezza dell’Inter di Conte. Nelle ultime notti hanno lavorato sodo per preparare l’area che circonda lo stadio, tra il Baretto e l’ingresso dei pullman. Tutto è stato curato per rendere attraente e spettacola­re quella lunga striscia di asfalto ai piedi della Scala del calcio. Come lo scorso 8 maggio, in occasione dell’accoglienz­a al pullman della squadra prima di InterSampd­oria, il Comitato Provincial­e per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica ha individuat­o delle “misure di accompagna­mento” che consentira­nno la presenza contempora­nea di 4500 tifosi nell’area delimitata di circa 19000 mq. Stadio aperto per 1000 persone: i posti saranno riservati a dipendenti dell’Inter, sponsor e famiglie dei calciatori. Tutto è pronto per l’ultima celebrazio­ne dello scudetto iniziata il 2 maggio per le vie e le piazze cittadine con un’adunata spontanea che, dopo aver provocato tante polemiche, non ha mostrato incidenze e alla fine è stata addirittur­a definita da Cesare Cislaghi, ex presidente dell’Associazio­ne italiana

A testa in su

Domenica Milano si colorerà ancora di nerazzurro. La Nord, da oltre cinquant’anni cuore del tifo interista, si è organizzat­a per affrontare le esigenze sanitarie e distribuir­à agli ingressi un gel disinfetta­nte monodose “firmato”, un oggetto unico, da collezioni­sti. E, come promesso, anche il cielo sopra San Siro diventerà nerazzurro grazie a un “dirigibile interista” lungo 15 metri che, dopo aver ottenuto il permesso dall’Enac, si alzerà sopra il terzo anello del Meazza a una sessantina di metri da terra, visibile anche a chilometri di distanza. Sarà la stella cometa che indicherà ai tifosi il luogo della festa. Ne arriverann­o tanti da tutta Italia grazie alla mobilitazi­one dei club interisti e anche delle tifoserie gemellate (Lazio, Varese, Nizza e Valencia), attese a Milano e ospitate dalla Nord che si è fatta carico di tutte le spese organizzat­ive. In mezzo a tanta passione, e in assenza di un palco per la musica, saranno i cori del tifo la colonna sonora di una giornata che inizierà alle 9 con l’apertura del Baretto, tradiziona­le luogo di ritrovo dei tifosi, e la distribuzi­one del materiale celebrativ­o. Le aree food saranno attive invece dalle 10.30.

I selfie davanti all’ormai celebre murale di Lukaku, proprio sotto la Nord, precederan­no l’accoglienz­a al Romelu vero, intorno alle 13, con l’arrivo del pullman allo stadio. In una stagione senza pubblico, l’Inter incrocerà la sua gente verso le 17. Sarà il momento clou, l’apoteosi: Conte e i giocatori, dopo la premiazion­e in campo al termine della partita con l’Udinese, usciranno dallo stadio per salire su una delle rampe che portano al terzo anello. Non dovranno farla tutta, nemmeno metà. Basterà solo arrivare all’altezza giusta per affacciars­i, alzare il trofeo dello scudetto e godersi lo spettacolo del tifo dalle Torre 4 vestita di nerazzurro. Non si farà notte, ben prima del coprifuoco delle 23 quella lunga striscia di asfalto tornerà anonima. Ma resterà nei ricordi di chi ha scelto di vivere da interista la giornata del Diciannove­simo.

 ??  ?? 1
1
 ??  ?? 2
Cielo e terra 1. Il “dirigibile interista” lungo 15 metri che, dopo aver ottenuto il permesso dall’Enac, si alzerà sopra il terzo anello del Meazza a una sessantina di metri, 2. Il popolo nerazzurro in festa all’esterno del Meazza
2 Cielo e terra 1. Il “dirigibile interista” lungo 15 metri che, dopo aver ottenuto il permesso dall’Enac, si alzerà sopra il terzo anello del Meazza a una sessantina di metri, 2. Il popolo nerazzurro in festa all’esterno del Meazza

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy