La Gazzetta dello Sport

Dumfries, pronto l’assalto E Nandez rimane in attesa

- Vincenzo D’Angelo

Il Psv chiede 20 milioni ma Marotta prepara una prima offerta da 12 e bonus. Il giocatore spinge: vuole la Serie A

Se il primo amore non si scorda mai, lo stesso si può dire per la prima scelta. Individuat­a, sondata, corteggiat­a per via traverse ma mai realmente contattata, vista la delicatezz­a della situazione. Ma ecco il paradosso: nei giorni traumatici dell’addio a Lukaku, l’Inter ha cominciato a riprogramm­are il suo mercato e ora aspetta che tutto il giro di attaccanti vada in porto per poter incassare 115 milioni e investire finalmente anche sul dopo Hakimi. Se per Dzeko è questione di dettagli, nei prossimi giorni l’Inter preparerà anche la prima offerta al Psv Eindhoven per Denzel Dumfries, l’esterno destro della nazionale olandese da sempre in cima alla lista dei desideri di Marotta e Ausilio. Le condizioni che fino a qualche settimana fa sembravano proibitive, ora sono solo la base di una trattativa. Il Psv aveva messo in chiaro da subito le cose: niente prestito. L’unico modo per trattare Dumfries è sempre stato quello di una proposto per l’acquisto a titolo definitivo e così sarà. Il Psv parte da una richiesta di 20 milioni ma sa già che l’Inter a quelle cifre non arriverà: da viale della Liberazion­e è pronta a partire una mail nei prossimi giorni, con un’offerta da 12 milioni più bonus. Se basterà lo scopriremo presto. Ma di sicuro c’è fiducia per il buon fine della trattativa.

Voglia d’Italia L’ottimismo nerazzurro deriva dalla voglia di Italia del giocatore. Dumfries ha scelto l’Inter da tempo, pur conoscendo le difficoltà del club. E una volta saltata – definitiva­mente - la pista Everton, ha un solo obiettivo: vestire nerazzurro. Il Psv non ha mai fatto barriere, come lo stesso tecnico Roger Schmidt ha ammesso qualche giorno fa: «Dumfries non fa parte della prima squadra per il momento. Tutti sanno che vuole andare via, ha chiesto di essere ceduto e noi abbiamo accettato questa sua richiesta». Manca solo il tassello fondamenta­le, ossia la prima offerta ufficiale che potrebbe comunque arrivare entro Ferragosto. Nel frattempo il giocatore continuerà ad allenarsi da solo in Olanda, pronto a imbarcarsi sul primo volo per Milano non appena il Psv o l’agente Mino Raiola gli comunicher­anno buone notizie. E intanto circolano già possibili cifre sulla proposta che l’Inter farà al giocatore, che potrebbe essere un quadrienna­le da 2,5 milioni netti a stagione.

Nuovo Hakimi A dieci giorni dall’inizio della stagione, l’Inter potrebbe avere trovato davvero l’esterno destro per colmare il vuoto lasciato dalla cessione di Hakimi al Psg. D’accordo, sostituire Achraf è impresa quasi impossibil­e, ma è giusto sottolinea­re come l’olandese sia il profilo migliore che l’Inter potesse trovare per questa missione. Forte fisicament­e, veloce, giovane ma già esperto (25 anni, 124 gare col Psv, 23 presenze con l’Olanda e un Europeo da protagonis­ta) e con un buon feeling con il gol e con l’assist: non è Hakimi, certo, ma in qualche modo si avvicina al gioco del marocchino, che comunque sotto la guida di Conte lo scorso anno ha avuto un impatto straordina­rio soprattutt­o in fase difensiva, completand­o così quel percorso di crescita cominciato nel biennio in prestito al Borussia Dortmund. Per l’Inter è stato un sacrificio necessario, poterlo sostituire con Dumfries sarebbe uno dei pochi modi per riuscire a cadere più o meno in piedi.

Attesa Nandez Sullo sfondo, poi, resta sempre la pista che porta a Nahitan Nandez del Cagliari. Non come alternativ­a a Dumfries, ma magari come rinforzo in più per allungare le rotazioni di Inzaghi: Nandez è una mezzala d’assalto in stile Barella, che nell’ultima stagione si è messo in evidenza anche come quinto a tutta fascia. Vuole l’Inter, con cui ha già un’intesa su un quadrienna­le da 3 milioni l’anno. Il problema è il grande freddo tra Inter e Cagliari, dimostrato anche dalla risoluzion­e consensual­e di ieri con Nainggolan, pedina iniziale della trattativa Nandez. L’uruguaiano aspetta che Giulini mantenga la promessa, ma l’Inter non poteva aspettare oltre. Se si potrà, il colpo in fascia sarà doppio. Ma intanto l’Inter ha scelto: all-in su Dumfries. Un raggio di sole in mezzo alla tempesta.

 ?? GETTY ?? Esterno puro
Denzel Dumfries, 25 anni, gioca terzino nel Psv ed esterno a tutta fascia con l’Olanda
GETTY Esterno puro Denzel Dumfries, 25 anni, gioca terzino nel Psv ed esterno a tutta fascia con l’Olanda
 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy