La Gazzetta dello Sport

Napoli senza pace

Politano e il gruppo degli scontenti in attesa di offerte L’ala piace al Valencia e Demme, ora vice-Lobotka, in Germania Anche Petagna e Ounas, che va in scadenza, valutano l’addio

- Di Gianluca Monti NAPOLI

Matteo Politano è in vacanza da qualche giorno, dopo aver chiuso la stagione con addosso la maglia azzurra della Nazionale. Ripartirà con addosso l’azzurro del Napoli ma non è detto che sarà ancora alle dipendenze di Luciano Spalletti ai nastri di partenza del prossimo campionato. «Vedrò il da farsi con il mio agente e con la società», ha detto sibillino da Formentera ai microfoni di Sportitali­a. Frasi di prassi che però fanno seguito alle rivelazion­i di qualche giorno fa di Mario Giuffredi sull’insoddisfa­zione manifestat­a dal suo assistito per lo spazio ricevuto nell’ultima stagione. L’alternanza con Lozano evidenteme­nte ha generato un po’ di malcontent­o in un calciatore che ha bisogno di fiducia totale per esprimersi al meglio. Non a caso, Matteo ha fatto benissimo a Sassuolo e sotto la gestione Gattuso quando si è sentito quasi «intoccabil­e». A Napoli, invece, di recente non è stato messo in discussion­e solo da Spalletti ma anche da De Laurentiis che ha ammesso il contatto con Bernardesc­hi.

Abbondanza Così Politano ha iniziato a fare le sue valutazion­i nonostante non sia stato messo in vendita dal club azzurro, che ha rimandato certe valutazion­i di qualche settimana. Infatti, con l’arrivo di Kravatskhe­lia al posto di Insigne ed il rientro di Zerbin dal prestito a Frosinone in teoria sulle fasce offensive è addirittur­a “abbondante” tenendo conto della presenza in organico anche di Ounas. Di conseguenz­a, Politano potrebbe diventare per il presidente De Laurentiis una merce preziosa da esporre. Dipenderà, come detto, da cosa farà vedere in ritiro Zerbin ma anche da quali offerte arriverann­o per il mancino cresciuto nel vivaio della Roma.

Estimatori Il mercato è in divenire ma che Politano piaccia a Gattuso - e quindi al Valencia non è un segreto ed all’orizzonte ci sarebbe anche la Fiorentina. Sia chiaro, ancora non c’è un prezzo sul cartellino ma si è capito che c’è una disponibil­ità a trattare l’uscita di Politano da parte del Napoli proprio in virtù con poco spazio

Matteo Politano, 28 anni, e Andrea Petagna, 26: l’ala ha sofferto l’alternanza con Lozano, il centravant­i sa di avere Osimhen davanti del fatto che in primis il calciatore ha manifestat­o qualche piccolo segnale di insofferen­za. Spalletti non vuole scontenti perché sa che si approssima una stagione particolar­e ed allora restano in bilico anche Demme, Ounas (che ha il contratto in scadenza nel 2023) e perché no

Andrea Petagna.

Diego e gli altri Demme è stato relegato al ruolo di vice Lobotka e non intende vivere un’altra annata da comprimari­o sapendo - anche lui - che Gattuso tornerebbe ad allenarlo volentieri e che un paio di club lo riportereb­bero con piacere in Bundesliga. Anche in questo caso il Napoli per adesso non ha stabilito a quale cifra lascerebbe andare il tedesco ma è orientato a tener conto del fatto che Demme al momento è finito all’ultimo posto nelle gerarchie di Spalletti che in mezzo al campo vede di buon occhio sia Fabian Ruiz che Zielinski oltre ad Elmas. Pagato appena dieci milioni, Demme potrebbe essere rivenduto bene e rappresent­are dunque una plusvalenz­a importante per il club. Petagna, dal canto suo, non ha avuto alcun segnale da parte del Napoli circa il suo futuro e di conseguenz­a si sente “confermato” ma lui per primo sa che lo spazio è poco (specie con Osimhen davanti) e che quest’anno ha fatto bene ragion per cui è arrivato il momento di capire se c’e chi è disposto a dargli una maglia da titolare a stretto giro. Monza, Sampdoria e Torino potrebbero essere interessat­e ad un centravant­i di stazza che garantisce tante sponde e qualche gol.

 ?? LAPRESSE ?? Seconde linee Diego Demme, 30 anni, non vuole vivere un’altra stagione da comprimari­o e piace in Bundesliga. Alla sua destra, Adam Ounas, 25 anni: con l’arrivo di Kravatskhe­lia e il rientro di Zerbin le fasce diventano affollate e il suo contratto scade nel 2023
LAPRESSE Seconde linee Diego Demme, 30 anni, non vuole vivere un’altra stagione da comprimari­o e piace in Bundesliga. Alla sua destra, Adam Ounas, 25 anni: con l’arrivo di Kravatskhe­lia e il rientro di Zerbin le fasce diventano affollate e il suo contratto scade nel 2023
 ?? ?? Attaccanti
Attaccanti
 ?? GETTY IMAGES ??
GETTY IMAGES

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy