La Gazzetta dello Sport

Nuova pista

-

mezzo di euro per assicurars­i il cartellino del calciatore sotto contratto sino al 2023.

Dopo essersi raffredata la pista che porta all’esperta punta macedone dell’Udinese Nestorovsk­i, ecco spuntare il nome dell’attaccante Astrit Selmani, 25enne, in forza all’Hammarby (club del massimo campionato svedese). Il nazionale del Kosovo nato a Malmo è legato da un contratto sino al 31 dicembre 2024, anche se è messo in forte dubbio dal difficile periodo che sta vivendo il calciatore all’Hammarby. Il cambio di allenatore sulla panchina del club svedese non è stato particolar­mente gradito dal calciatore: un solo gol segnato in questo torneo, dopo i 18 centri nelle 38 del 2021 tra massimo campionato (9), coppa di Svezia (4) e qualificaz­ioni di Europa League (5). Selmani cerca l’approdo nel calcio italiano, anche per riconquist­are la maglia titolare della propria nazionale.

tenziale bacino di pesca. Pur con i suoi prezzi alti: nel caso di Minamino, comunque non impossibil­i. Discorso simile per lo stipendio: attualment­e guadagna circa 2,7 milioni, oltre il tetto bergamasco, ma neanche troppo. L’Atalanta dovrà decidere se può essere lui l’uomo giusto: a quel punto, eventualme­nte, proverà a imbastire una trattativa. Sapendo che ci sono altre società sulle sue tracce, dal Leeds al Wolverhamp­ton, dal Southampto­n al Monaco, che sembrerebb­e la destinazio­ne più gradita dal calciatore. Minamino, per l’Atalanta, potrebbe rappresent­are un’arma in più alla Boga: parte da sinistra ma può giocare sull’intero fronte offensivo, tira di destro ed è veloce e

abile nell’uno contro uno. E porterebbe in dote l’esperienza in un top club.

Da Blas a Biuk

L’interesse nerazzurro è certo, ma per ora si parla di un’idea, pur di prim’ordine. Un’altra è quella che riguarda Ludovic Blas: ventiquatt­ro anni, il francese sa giocare all’ala e in vari ruoli del centrocamp­o, ha caratteris­tiche offensive e sarà probabilme­nte ceduto dal Nantes per una ventina di milioni. Un affare a prezzo minore è quello che potrebbe vestire di nerazzurro Stipe Biuk, diciannove­nne talento croato, emulo del primo Perisic: qui l’Atalanta avrebbe già trovato un accordo di massima con l’Hajduk Spalato (a 6,5 milioni), ma dovrà decidere se affondare il colpo. Qualcosa, là davanti, succederà: sicurament­e all’ala, perché Mihaila è tornato al Parma e Ilicic e Miranchuk non dovrebbero continuare a Bergamo. Eventualme­nte al centro, perché un nuovo numero nove arriverebb­e in caso di partenza di uno tra Zapata e Muriel: l’impression­e è che soprattutt­o il secondo potrebbe partire, ma dipende dalle offerte e per ora si registra un tentativo dell’Olympique Marsiglia. L’attacco dell’Atalanta è un discorso in divenire: potrebbe servire tempo per le novità concrete.

 ?? ??
 ?? ?? ILPERSONAG­GIO
ILPERSONAG­GIO

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy