La Gazzetta dello Sport

Difesa, si tratta per Lenglet: il Barça chiede 10 milioni L’Atalanta attende il sì di CDK

Presto ci sarà l’affondo per il francese. Il belga riflette: c’è un tentativo del Fulham

- di Andrea Elefante Alessandra Gozzini MILANO

Otto più tre, è la nuova matematica del mercato rossonero. Otto sono gli acquisti già piazzati: l’ultimo è Yunus Musah, arrivato ieri sera, dopo l’intesa tra Milan e Valencia. Per portarlo da Pioli sono serviti venti milioni di euro: dopo Chukwueze, Reijnders e Pulisic è il colpo più caro dell’estate. E non è finita qui: altri ancora potrebbero segurine. Un difensore centrale, una delle priorità se si contano i gol subiti in tournée (tre dal Real, due dalla Juventus, uno dal Barcellona); un terzino sinistro per dare il cambio a Theo Hernandez; un giovane centravant­i se la società deciderà di privarsi di Colombo in prestito. Otto affari fatti e tre da poter fare: il Milan avrebbe così un undici completame­nte rinnovato.

Indifeso L’idea di rimettersi in pista alla ricerca di un difensore centrale arriva dall’America, dove la porta rossonera si è aperta a Real, Juve e Barça: la via che la dirigenza percorrere­bbe volentieri conduce in Spagna, più precisamen­te a Barcellona. Clement Lenglet ha i numeri giusti: 28 anni, né troppo giovane (di baby talenti il Milan ne ha già in rosa: da Jan-Carlo Simic a Nsiala) né troppo vecchio. Ha giocato in tre campionati diversi: Ligue1, Liga e Premier, dunque può fare da guida anche in campo internazio­nale. Al Barça ha trascorso gli anni migliori della carriera: in totale, 160 presenze e 7 gol. Qui ha fatto ritorno dopo il prestito del campionato scorso al Tottenham (altre 26 partite in Inghilterr­a, 7 in Champions con un gol). Soprattutt­o, le cifre di un possibile accordo: dieci milioni di euro basterebbe­ro per portarlo al Milan a titolo definitivo. I conti tornano anche qui. La quota è accessibil­e, per i valori del mercato attuale quasi un colpo in saldo. Lenglet, francese di Beauvais, è stato compagno in nazionale di Giroud e Theo Hernandez: è stato convocato dal c.t. Deschamps per la prima volta nel giugno 2019, l’ultima nel novembre 2021. La strada è tracciata, il Milan deciderà nei prossimi giorni se continuare a seguirla e provare ad arrivare a destinazio­ne o se abbandonar­la in cerca di sentieri alternativ­i (e inevitabil­mente più tortuosi).

Gli altri affari La difesa non è l’unico reparto su cui concentrar­si. Focus anche sulla mediana, con Krunic richiesto e lusingato dal Fenerbahçe. L’ingaggio che gli offrono dalla Turchia è superiore di tre volte a quello che gli garantisce il Milan (da poco più di uno a quasi tre e mezzo). La proposta dei turchi al Milan però è giudicata troppo bassa: ferma a 3-5 milioni, per vincere le resistenze rossonere dovrebbe di nuovo essere moltiplica­ta per tre. Solo così il club riaprirebb­e il casting per consegnare a un nuovo centrocamp­ista i compiti più importanti, quelli del regista. A sinistra è invece già caccia aperta a un nuovo terzino, sostituto del partente Ballo-Touré e prossimo vice Theo: Riccardo Calafiori, ex Roma e oggi al Basilea, è un’opzione. In attacco possibile staffetta solo se Colombo cederà il testimone: in caso di una nuovo prestito, funzionale alla sua crescita, il Milan lo sostituirà con un giovane da individuar­e tra le opzioni a basso costo.

Il sì di CDK In queste ore Milan e Atalanta attendono il sì di Charles De Ketelaere all’accordo che i due club hanno trovato per un trasferime­nto a Bergamo in prestito oneroso con diritto di riscatto, ma nelle ultime ore ci sarebbe stato un inseriment­o del Fulham, disposto ad una proposta al giocatore e al club rossonero. Il belga è atterrato a Milano ieri mattina all’alba, di ritorno dalla tournée rossonera negli Usa, e ha avuto subito i primi contatti con l’Atalanta e soprattutt­o il suo entourage. Dopo essersi confrontat­o con gli agenti, il belga si è preso un po’ di tempo per le ultime riflession­i e per sciogliere la riserva. Ma oggi ci saranno da valutare anche gli effetti del blitz del club inglese.

 ?? GETTY ?? Al centro del mercato Nella foto grande, Clement Lenglet, 28 anni, centrale francese del Barcellona, nell’ultima stagione in prestito al Tottenham. Di fianco Charles De Ketelaere, 22 anni, una stagione rossonera con 40 presenze totali e nemmeno un gol segnato
GETTY Al centro del mercato Nella foto grande, Clement Lenglet, 28 anni, centrale francese del Barcellona, nell’ultima stagione in prestito al Tottenham. Di fianco Charles De Ketelaere, 22 anni, una stagione rossonera con 40 presenze totali e nemmeno un gol segnato
 ?? ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy