La Gazzetta dello Sport

Mossa a sorpresa Anche Castrovill­i vola in Inghilterr­a Rebus Fiorentina

È del Bournemout­h per 14 milioni Dopo Mina, serviranno altri rinforzi

- di Giovanni Sardelli FIRENZE

Gli addii Da Igor a Terzic quelli che hanno già salutato, mentre Amrabat resta in bilico

Le trattative Grabara, Nzola, Sutalo, Dominguez, Pereyra: quanti nomi caldi per le entrate

Un’altra cessione illustre alla Fiorentina. Dopo quelle del brasiliano Igor, passato al Brighton e del serbo Terzic, finito al Salisburgo, la Viola saluta anche Gaetano Castrovill­i, prossimo al passaggio al Bournemout­h. E resta sempre in sospeso la situazione di Sofyan Amrabat per il quale si attende l’affondo decisivo da parte del Manchester United, sotto forma di rilancio rispetto all’ultima offerta presentata e respinta al mittente dai toscani. Una cessione per certi versi attesa, per molti altri no, quella di Castrovill­i, che oggi partirà per l’Inghilterr­a, destinazio­ne Bournemout­h.

Affare per tutti Ci sarà traffico oggi sulla tratta Firenze-Inghilterr­a. Perché la squadra nel pomeriggio volerà a Newcastle per giocare la Sela Cup (due gare in due giorni con Newcastle e Nizza), mentre Castrovill­i supererà la Manica per sposare il Bournemout­h. Club ambizioso e in crescita che in meno di due giorni ha chiuso un’operazione costruita magistralm­ente da Alessandro Lucci, consideran­do che soddisfa tutte le parti in causa. Circa quattordic­i milioni vanno alla società viola tra parte fissa (12) e bonus - una cifra considerev­ole per un giocatore in scadenza nel prossimo giugno - quasi tre andranno invece al calciatore (a Firenze ne prendeva circa 2), che avrà un contratto lungo e la possibilit­à di giocare nel campionato più affascinan­te d’Europa.

Rinnovo fallito La Fiorentina e Castrovill­i da tempo si parlavano cercando di capire se ci fossero i margini di un rinnovo, i segnali di una nuova intesa. E lo hanno fatto fino ad un paio di giorni fa. Ballavano ancora soltanto alcune centinaia di migliaia di euro, ma la quadra definitiva non è mai stata trovata e alla fine l’offerta inglese ha fatto saltare il banco, mettendo tutti d’accordo. Castrovill­i in viola ha avuto un percorso fatto di gioie e di dolori. Tra questi alcuni infortuni brutti e uno terribile, quello al ginocchio sinistro nella partita contro il Venezia, nell’aprile del 2022. L’intervento chirurgico eseguito dal professor Mariani a Roma ha portato alla ricostruzi­one del legamento crociato anteriore, la sutura del legamento collateral­e mediale, la sutura del menisco esterno e la ricostruzi­one della capsula mediale in seguito alla lussazione del ginocchio. Intervento perfettame­nte riuscito e recupero che ha avuto del miracoloso. Tanto da mettere insieme la scorsa stagione 26 presenze complessiv­e condite da 4 reti. In totale, dal suo arrivo nel 2019 provenient­e dalla Cremonese, Castrovill­i ha colleziona­to 105 presenze andando a segno 11 volte.

Le entrate Castrovill­i va dunque ad aggiungers­i a coloro che salutano dopo Igor, Rasmussen e Terzic. Oltre agli addii a parametro zero di Saponara, Venuti e Sirigu. Una serie di partenze che deve essere bilanciata da altri arrivi oltre a quelli già perfeziona­ti di Sabiri (già concluso a gennaio), Parisi, Arthur, Infantino (ufficiale da ieri, contratto fino al giugno 2028) e Mina. L’idea iniziale di acquistare ancora un portiere, un difensore centrale, un centravant­i e un centrocamp­ista rimane tale. Partendo dal portiere, sono sempre intensi i contatti per Kamil Grabara (classe ’99) estremo difensore del Copenaghen che mette d’accordo tutti. Trattativa calda con altri profili (vedi Audero della Samp) al momento più indietro. Il vertice opposto, ovvero il centravant­i, è probabilme­nte l’acquisto più atteso tra i tifosi viola. Si cerca una prima punta in grado di trasformar­e in gol il gioco prodotto dalla squadra. Per intenderci, un profilo alla Nzola (Spezia), che piace al tecnico che lo ha già allenato in passato. I nomi sul taccuino viola sono molti e con altro denaro fresco in cassa in arrivo dal Bournemout­h, la Fiorentina può operare davvero a molti livelli. In difesa il giocatore perfetto per completare il reparto accanto a Milenkovic era stato considerat­o Josip Sutalo (2000), centrale della Dinamo Zagabria. I 15 milioni offerti non hanno ad ora convinto i croati, forti di altre proposte più vantaggios­e. Trattativa ancora possibile, ma si consideran­o anche altri nomi per completare il reparto.

In mezzo Infine, il centrocamp­o. La Fiorentina si metterà in cerca di un profilo, forse due in caso di altre partenze. Vedremo se i viola riallaccer­anno i contatti per Dominguez (Bologna), plausibile anche tornare sullo svincolato Pereyra (ex Udinese). L’impression­e è che il nome giusto però, quello di peso, non sia ancora emerso. Sarà un agosto ancora molto movimentat­o in casa viola.

 ?? GETTY ?? Arrivederc­i Firenze
Gaetano Castrovill­i, 26 anni, durante l’amichevole con il Grosseto, vinta 4-0
GETTY Arrivederc­i Firenze Gaetano Castrovill­i, 26 anni, durante l’amichevole con il Grosseto, vinta 4-0
 ?? ??
 ?? ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy