La Gazzetta dello Sport

OCCHIO A... La sfuriata di Thiago scuote Saputo Bologna, pole Ndoye

- BOLOGNA di Matteo Dalla Vite

Una frattura? Sì, volendo. Ma non scomposta, quindi sanabile. E che, salvo scossoni, verrà ricomposta in un vertice Thiago-società il 6-7 agosto. Da una parte c’é Motta che - dall’alto di 54 punti fatti e di oltre 14.000 abbonati che chiedono un passo ulteriore - mette la pedina sulla casella “Vicolo Corto” perché si attendeva rinforzi entro il 31 luglio per una squadra… proprio corta. Dall’altra c’è la società, con l’a.d. (Fenucci) che ha più volte contattato la presidenza (Joey Saputo) per capire se avrebbe potuto aprire a un extrabudge­t che forse verrà concesso. È uno stallo. Che però l’uscita dell’altroieri (a Utrecht) di Motta può scardinare. A partire da Ndoye, probabilme­nte.A Thiago la società ha proposto il rientro di Soriano, ora svincolato. Thiago ha risposto che gli servono un “7” e un “11”. Quindi due ali pure da cross. Ergo, no ai ritorni. Dopo aver ghiacciato il “file Bernardesc­hi”, Motta si è visto proporre Ndoye e Sallai. Due esterni d’attacco anche bivalenti, volendo. Cosa che non mostrerebb­ero Barrow e Orsolini, due ai quali Thiago non le ha mandate a dire. Motta, a sinistra, attende poi un “3”: rivorrebbe Cambiaso. E la società? Non é rimasta sorpresa dal “Thiago Sbotta”. Ma non è ancora riuscita a cedere: un po’ per attesa reiterata (Van Hoojidonk); un po’ per indecision­i (Dominguez, poco convinto del Fener

bahçe e desideroso anche di restare ma in una squadra competitiv­a; come Arnautovic, amico e alleato di Thiago); un po’ per appeal e infortuni (Barrow e Orso). Morale: Saputo sarebbe pronto ad aggiungere un extrabudge­t ma vuole la certezza che fra agosto e gennaio il saldo (a -17 milioni in questo mercato) metta il segno più. Ora potrebbe rischiare di “salutare” Schouten: all’estero.

Timore e rinnovo A Bologna il “Thiago sbotta” ha diviso i tifosi fra chi «Motta ha fatto bene perché vogliamo crescere» e chi «No, non era ancora il caso». Ma Thiago ha un chiodo fisso e un’intenzione. Il chiodo fisso: la paura di dover lottare per non retroceder­e («Oggi non possiamo competere in A») e pensando che nelle prime 5 gare di A il Bologna affronterà Milan, Juve e Napoli. L’intenzione: quella di non firmare ancora il rinnovo fino al 2025 se non arriverann­o stimoli a squadra e città. Ovvero, rinforzi.

 ?? AFP ?? Svizzero Dan Ndoye 22 anni, esulta dopo un gol realizzato con la maglia del Basilea. Nella scorsa stagione l’esterno ne ha messi a segno 7 nelle 54 partite disputate
AFP Svizzero Dan Ndoye 22 anni, esulta dopo un gol realizzato con la maglia del Basilea. Nella scorsa stagione l’esterno ne ha messi a segno 7 nelle 54 partite disputate

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy