La Gazzetta dello Sport

Brusco stop a Berlino: 4-1 dall’Union In gol Pasalic

Molte leggerezze difensive e tre gol subiti nella prima mezzora. Bene Latte Lath, rodaggio Touré

- a.e.

Quattro gol presi, tre in meno di mezzora (nel primo tempo), uguale a prima sconfitta stagionale nel test di Berlino, contro l’Union. Uno di quegli schiaffi che d’estate possono anche fare bene («Perdere come oggi ti fa vedere le cose e prendere le decisioni», ha detto Gasperini), se contestual­izzati nel modo giusto: ovvero non sottovalut­ando che la squadra tedesca è più avanti nella preparazio­ne (nel prossimo week end scatta la Coppa di Germania) e che i nerazzurri possono aver risentito di carichi di lavoro non indifferen­ti. Di sicuro hanno pagato errori e sbilanciam­enti difensivi che hanno coinvolto in particolar­e Djimsiti e Scalvini (riproposto da centrale, prima di invertirsi con l’albanese, facendo meglio da terzo centrale a destra): l’Union ha trovato ripartenze e varchi in area, senza perdonare. L’unico gol della Dea, il 3-1, è stato firmato da Pasalic su assist di Scalvini. Poi un paio di azioni pericolose di Lookman e un paio di conclusion­i non lontane dal gol di Latte Lath, una delle note più positive. Ancora il Gasp: «Ha fatto una prestazion­e importante, sono contento. Bene anche Kolasinac, ma il primo tempo l’abbiamo letteralme­nte buttato, con troppa leggerezza in difesa». Il tecnico ha riportato Maehle sulla fascia (destra) e arretrato Koopmeiner­s da mediano, inserendo Ederson solo nella ripresa, quando è entrato anche Touré: il maliano, come logico, deve ancora conoscere i compagni e capire meglio il calcio del Gasp, ma almeno un paio di spunti sono stati molto interessan­ti.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy