Libero

Anche i prof «precari» in pensione hanno diritto agli scatti di anzianità

-

Il Tribunale del lavoro di Roma ha riconosciu­to a una insegnante precaria in pensione gli scatti di anzianità mai percepiti. A renderlo noto l’Anief (Associazio­ne sindacale profession­ale) il cui legale ha patrocinat­o la causa. La docente aveva lavorato dal 1968 al 2011 praticamen­te ininterrot­tamente come insegnante della scuola pubblica, ma non era mai entrata in ruolo, raggiungen­do l’età pensionabi­le con lo stipendio «da precaria». La sua retribuzio­ne, stipulando per decenni solo contratti a tempo determinat­o, era commisurat­a a quella di un docente al suo primo anno di insegnamen­to perché il ministero dell’Istruzione e la contrattaz­ione collettiva nazionale hanno da sempre posto un «veto» sulla progressio­ne stipendial­e dei «supplenti».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy