Libero

La Marcuzzi torna in piazza «Così uso i segreti di Fiorello»

- ANTONELLA LUPPOLI RIPRODUZIO­NE RISERVATA

Giallo. Se dovessimo descrivere la chiacchier­ata con Alessia Marcuzzi utilizzand­o un colore, sceglierem­mo questo. Sia per il caschetto biondo curly che accompagna il suo viso sbarazzino, sia per la solarità del suo sorriso, sia per la temperatur­a di Piazza del Popolo. E qui le curve della signora poco c’entrano, cari maschietti. La storica piazza romana è infatti il luogo simbolo del Coca Cola Summer Festival - Il gusto dell’estate. Che di gusto ne dà parecchio perché consacra i successi della stagione. La trasmissio­ne - coprodotta da Fascino Pgt e F&P (per la parte artistica) - andrà in onda nei lunedì di luglio su Canale 5.

Ha condotto il Festivalba­r, ora il Coca Cola Summer Festival. Le fa sempre effetto tornare in piazza?

«È una grande emozione. Il contatto diretto con la gente mi regala sensa- zioni straordina­rie. Mi piace talmente tanto il calore del pubblico che anche quando sono in studio, per il Grande Fratello o L’Isola dei Famosi, esco dal camerino un po’ prima e vado a chiacchier­are con chi poi mi accompagne­rà nel corso della diretta. È un segreto che mi ha insegnato Fiorello. Quando conducevam­o insieme il Festivalba­r, all’ora di pranzo andavamo a tenere compagnia alla gente che, sotto il sole, ci aspettava fino a sera».

Fiorello è stato un bravo maestro.

«È un fuoriclass­e. Abbiamo lavorato insieme e ancora mi porto dietro i “segreti” che mi ha insegnato».

Sul palco del Coca Cola Summer Festival tantissimi grandi nomi della musica italiana: da Zucchero a Emma, da Pezzali a Renga. Contenta che la musica sia tornata in tv?

«Sì, la musica è aggregante. Sono stata a vedere i Pooh all’Olimpico e i Alessia M arcuzzi e Fiorello alla conduzione del Festivalba­r nel 1999

Coldplay al Wimbledon Stadium di Londra, ho visto migliaia di persone cantare la stessa canzone: in quel momento tra di loro non c’era nessuna differenza».

Quali sono le sue canzoni del cuore?

«Da piccola adoravo gli Smashing Pumpkins, i Depeche Mode, Madonna e i Duran Duran. Oggi i Coldplay e Laura Pausini, mia cara amica. Sono legata anche ad Almeno tu nell’univer-

so di Mia Martini, Mia (avuta da Francesco Facchinett­i, ndr) si chiama così in onore di quel brano; e a Tutti i miei sbagli dei Subsonica. L’ho presentata sul palco dell’Ariston quando conducevo il Dopo Festival ». I talent li guarda? «Sono un’addicted di Am ici ». Se Tommaso (figlio di Alessia e Simone Inzaghi, ndr) o Mia le dicessero che vogliono fare i provini per un talent, sarebbe d’accordo? E il Gf Vip? «È un programma simile all’Isola per certi versi, non potrei condurre entrambi. È giusto cambiare. A Ilary Blasi dico che sarà un’esperienza meraviglio­sa».

Che cosa non ha ancora fatto e le piacerebbe fare?

«Presto sarò la voce di Tulip in Cicogne in missione, il cartone animato di Warner Bros in uscita a ottobre. Inoltre, mi piacerebbe realizzare un programma tagliato al femminile».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy