Libero

L’invasione in stazione Centrale

Bivacchi in piazza Duca D’Aosta e nei giardini, decine di immigrati dormono per strada

- RIPRODUZIO­NE RISERVATA

La stazione Centrale è di nuovo nel caos. L’arrivo di centinaia di nuovi profughi ha nuovamente ridotto la stazione a un bivacco. Per i City Angels e il centro di accoglienz­a Sammartini è stato impossibil­e arginare l'emergenza. Il centro è al collasso e può fornire ai nuovi arrivati soltanto un pasto caldo e beni di prima necessità, i posti letto sono tutti occupati. Recandosi in stazione è impossibil­e non notare i migranti che riposano in ogni angolo. Dalle panchine alle salette relax, i profughi cercano un po’ di riposo, nonostante il via vai continuo dei passeggeri. I turisti lamentano continuame­nte la presenza dei nuovi «inquilini» che chiedono l’elemosina. Avvicinand­osi ai gruppi di giovani in viaggio chiediamo loro cosa ne pensano della situazione. «Comprendia­mo l'emergenza e le difficoltà ma credo si debba fare qualcosa per tutelare chi viaggia. Bisogna risolvere il problema il prima possibile». I City Angels spiegano come quella che si sta vivendo in questi giorni sia una vera e propria emergenza. «Manca proprio tutto, dalla biancheria intima ai beni di prima necessità» spiega Mario Furlan, fondatore dei City Angels che spiega come tra le necessità oggi ci sia anche quella di «acqua e succhi di frutta» a giovedì notte i profughi bivaccano La «M ela» del Pistoletto trasform ata in dorm itorio in piazza Duca D’Aosta

anche nei giardini all'esterno della stazione. Alcuni di loro hanno cercato riparo sotto la scultura a forma di mela di Michelange­lo Pistoletto, divenuta per una notte un nuovo hub d’emergenza. «Renzi e Alfano stanno trattando Milano come un grande centro profughi» ha commentato il presidente del nuovo Municipio 2, Samuele Piscina. «In via Sammartini in Stazione Centrale, i presunti profughi bivaccano da mattina a sera, urinano per strada e qualcuno a volte commette qualche furtarello». «Senza avere i controlli e il rispetto delle regole - ha concluso Piscina - non è possibile proseguire con la politica dell'accoglienz­a incondizio­nata». «Com-

plice anche il cambio di amministra­zione, piazza Duca d'Aosta ora ospita centinaia di persone all'addiaccio» ha commentato il consiglier­e di Forza Italia Fabrizio De Pasquale. «Lo spettacolo è imbarazzan­te - ha continuato De Pasquale - e i giovani e le famiglie che bivaccano sembrano essere lì da molti giorni». «Il sindaco Sala - ha concluso De Pasquale - invece di riproporre il campo base di Expo come nuovo centro di accoglienz­a pensi a chiedere al governo fondi e aiuti per risolvere questa situazione che a Milano si protrae da troppo tempo".

M. BAR.

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy