Libero

Dopo 5 anni stessi assessori e stessi vestiti

- TOMMASO LABRANCA RIPRODUZIO­NE RISERVATA

(...) «retaggio dell’assessorat­o alla Mobilità che guidava». Ora si occuperà di agricoltur­a. In caso di rimpasto sfoggerà una cravatta con le vanghe? Passiamo alle signore. Il loro look «concreto» mostra posizioni inconcilia­bili. La vicesindac­o Anna Scavuzzo «abituata a un look sportivo» è arrivata con un abito blu a righe bianche orizzontal­i. Roberta Cocco risponde con abito blu a righe bianche verticali. Saranno scintille! La geometrica Cristina Tajani nel 2011 era vicino a Pisapia in bianco e nero pieno di punte. Ora replica colori e tagli. Ma su tutto c’è quel velo di «concretezz­a» che proprio non vediamo. Essere concreti significa arrivare con lo zainetto da eterno fuoricorso invece che con la ventiquatt­r’ore come ha fatto Roberto Tasca? Mah. L’unica cosa «concreta» è la coerenza del neosindaco. Qualunque cosa metta, Sala sembra sempre il signor Bonaventur­a.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy