Libero

SOPRAVVISS­UTO

Il cuoco che si è salvato scappando dal tetto

-

Jacopo Bioni ha 34 anni, è di Verona, a gennaio si è trasferito in Bangladesh e venerdì era il suo primo giorno di lavoro all’Holey Artisan Bakery di Dacca per sostituire un cuoco argentino in ferie. Pochi minuti prima dell'irruzione dei terroristi nella sala piena di clienti, Jacopo era tra i tavoli per scambiare qualche parola con un gruppo di friuliani. Appena tornato in cucina, ha sentito i primi spari e ha capito subito. La fortuna di Jacopo è stata di avere accanto lo chef italoargen­tino Diego Rossini, che nella sua testa si era già preparato all'attacco mille volte, ideando perfino una via di fuga. Rossini, 45 anni, ha la famiglia originaria di Livorno. Lo chef ha confermato che «i terroristi cercano visibilità e gli stranieri che frequentan­o il locale erano un’opportunit­à da sfruttare. Perciò sapevo che sarebbe successo e avevo già pianificat­o la mia fuga: sarei salito sul tetto e poi sarei saltato giù». E così ha fatto, come anche Bioni, che lo ha seguito. Jacopo, che è arrivato a Dacca con nel curriculum le capacità di chef, casaro e gelataio, la sera del primo luglio ha dovuto invece usare tutte le sue qualità atletiche, che gli hanno salvato la vita.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy