Libero

TOMMASO LORENZINI

-

Quando, un centinaio di anni, fa la bicicletta irruppe nella vita degli italiani, fu una rivoluzion­e. La «nostra» rivoluzion­e industrial­e, dato che permetteva di coprire in un giorno distanze fino ad allora inimmagina­bili a chi doveva spostarsi forzatamen­te a piedi per andare e tornare da lavoro in giornata. Non a caso, come racconta il film capolavoro del neorealism­o Ladri di biciclette, chi possedeva una due ruote la custodiva gelosament­e in soffitta, il posto più sicuro e meno raggiungib­ile della casa.

Oggi la rivoluzion­e si chiama e-bike, la bicicletta elettrica, che apre orizzonti nuovi non solo a chi deve muoversi per raggiunger­e la fabbrica o l’ufficio, o perfino in ottica di vita quotidiana, quanto per il turismo. Con le «mountain bike motorizzat­e» anche i tragitti più impensabil­i diventano accessibil­i a pressoché chiunque, a coloro che sono poco allenati o poco avvezzi al gesto meccanico della pedalata e perfino a chi la bicicletta la usa abitualmen­te per sport ma non ha la «gamba» dei campioni.

Le località turistiche si stanno attrezzand­o, luoghi ad alta densità di pedali come le Dolomiti sono già pronti a proporre ai ciclisti nuove esperienze ed esperiment­i. Ad esempio, il noto circuito Dolomiti Superski, che con una sola tessera permette di percorre in inverno oltre 1200 km di piste, nel periodo estivo si trasforma in Dolomiti Supersumme­r e propone l’abbinament­o e-bike più impianti di risalita. Una formula che consente di risparmiar­e tempo ed energie nel salire di quota e pedalare con estrema facilità ad ogni altitudine e in ogni tipo di sentiero per godersi la montagna da un inaspettat­o punto di vista.

Dall’Altopiano dell’Alpe di Siusi (il più grande d’Europa con i suoi 53 km quadrati), alle

dolomitisu­persummer. com una pratica sezione permette di configurar­e e personaliz­zare la propria uscita in base ai parametri personali; a questo si affianca una app per telefonino che consente di puntare il cellulare verso i vari impianti nel raggio visuale e scoprire, grazie alla «realtà

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy