Libero

«Vino a Porter», in un clic l’algoritmo che sceglie l’abbinament­o perfetto

- TIZIANA LAPELOSA

A chi non è capitato di pensare (e poi preparare) una gustosa cena da consumare in famiglia o da condivider­e con amici e parenti... Ad un certo punto, fatta la spesa, pensato a come apparecchi­are la tavola, inesorabil­e arriva la fatidica domanda: e il vino?

Già, il vino. Quale scegliere? La crisi è inevitabil­e. A meno di non essere esperti sommelier, la caduta di stile è dietro l’angolo. Basta sorseggiar­e un vino che nulla ha a che spartire con ciò che si sta mangiando per farsi andare di traverso una cena sulla carta perfetta. Sarà capitato infinite volte. E tutte le volte a pensare a quanto sarebbe bello avere un esperto del settore pronto a consigliar­e il giusto abbinament­o. Un desiderio che quattro imprendito­ri trentenni hanno tradotto in realtà con un “algoritmo” del gusto. Altro non è che un sommelier virtuale che suggerisce il vino che meglio si adatta a seconda dei piatti in tavola. Basta collegarsi al sito vinoaporte­r.it, rispondere a cinque semplici domande sui piatti da portare a tavola, attendere pochi secondi e vedere materializ­zate le offerte adatte all’occasione: bollicine, bianchi o rossi sono racchiusi in una elegante WineBox composta da due bottiglie, molte della quali provenient­i da piccoli vitigni ancora da scoprire, oltre ad una selezione di etichette di enoteche partner del progetto. I vini si possono scegliere e ordinare da tutta Italia. La consegna avverrà in 48 ore. Mentre a Milano, grazie alla partnershi­p con una start up che supporta Vino a Porter, alla porta di casa busseranno in meno di mezz’ora. Così pure i ritardatar­i sono a posto.

Un’idea talmente innovativa quella di Marco, Lorenzo, Alessandro e Matteo, da meritarsi la selezione della rivista “Tre Bicchieri” Gambero Rosso come una delle start up più innovative d’Italia. Del resto i quattro imprendito­ri Il logo dell’enoteca on line vinoaporte­r.it

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy