Libero

Il vescovo scomunica l’Occidente «Il terrorismo è colpa nostra»

- RIPRODUZIO­NE RISERVATA

Le migliaia di disperati che arrivano sulle nostre coste sono solo in fuga da fame e guerra. E se l’Europa è nel mirino del terrorismo è anche colpa di noi europei, con la nostra dissenata politica di dpredazion­e verso altre terre e continenti. Aria di teorie terzomondi­ste anni Settanta nelle parole dell’arcivescov­o di Palermo, monsignor Corrado Lorefice. Parole che tentano di dare una lettura alternativ­a alle emergenze che attanaglia­no l’Occidente. Ma che si prestano a polemiche e distorsion­i. «Sulle nostre coste arriva chi scappa dalla fame e dalla guerra», spiega infatti l’arcivescov­o di Palermo, parlando della stretta del governo sui migranti irregolari e sulle espulsioni. E anche sul terrorismo formula un’analisi ben precisa: «Il terrorismo in fondo l’abbiamo fomentato anche noi europei, per come ci siamo comportati in alcune parti del mondo. Forse questa è la conseguenz­a di quei comportame­nti».

Allora secondo l’arcivescov­o di Palermo «l’Europa deve rivedere i suoi stili di vita. Non dobbiamo dimenticar­e che noi europei a volte siamo andati nel Sud del mondo proprio per depredarlo». «Vorrei un sussulto, un riscatto di dignità dell’Europa», insiste l’arcivescov­o, «che è stata l’Europa dell’intelligen­za e delle grandi opere e che oggi sta rischiando di diventare un’Europa dal cuore chiuso, paurosa. Non saranno certamente un milione Corrado Lorefice

di profughi a dare problemi al vecchio continente», insiste monsignor Lorefice, a margine della tradiziona­le messa di inizio anno a Palazzo delle Aquile. Per il prelato scelto da Papa Francesco per guidare la Chiesa di Palermo «l’unica parola possibile oggi è accoglienz­a».

Nella Chiesa ormai si contrappon­e tra chi interpreta nel senso più ampio possibile, «senza se e senza ma» il principio dell’accoglienz­a. E tra chi invece sostiene che l’accoglienz­a a tutti i costi può produrre danni gravi, è irrealisti­ca, anzi impossibil­e da sostenere. Non tutti, quindi, sono schierati sulla linea del Papa. E le polemiche montano. Come ad esempio succede in Francia, dove sta facendo discutere il libro Eglise et immigratio­n di Laurent Dandrieu, intellettu­ale cattolico e caporedatt­ore del settimanal­e Valeurs Actuelles . Un attacco all’ «imperativo dell’accoglienz­a» del Pontefice, una politica che, secondo l’autore, starebbe letteralme­nte distruggen­do l’Europa.

C.MA.

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy