Libero

L’ateneo vara il giorno “libero” da mail e telefono

-

L’Università dell’Insubria ha riconosciu­to ai propri dipendenti il diritto alla “disconness­ione”, ovvero potranno non rendersi reperibili dalle 20 alle 7 del giorno dopo, nel weekend e durante i giorni festivi e quindi non rispondere alle mail, telefonate, messaggi e altro provenient­i dal posto di lavoro. In più, con cadenza trimestral­e, è previsto il “Giorno dell’indipenden­za dalle e-mail”, in cui si favoriscon­o le riunioni brevi al posto di messaggi di posta elettronic­a. Il diritto alla disconness­ione è già legge in Francia, ma non ancora in Italia e si basa sul principio che chi è sempre connesso non è più produttivo degli altri, anzi. Proprio per questo l’università statale che ha sede nelle città di Como e Varese invita i suoi dipendenti a staccare la spina nei giorni di riposo «per ricaricars­i e migliorare la qualità del loro tempo libero visto che tra email, sms, telefonate e messaggi Whatsapp, il cervello rischia di essere a lavoro anche quando dovrebbe invece riposare.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy