Libero

Nulla di nuovo

-

Un presidente della Repubblica ottuagenar­io accetta il reincarico nello stesso anno in cui un Pontefice di due anni più giovane si dimette. Oggi (quattro anni dopo) dimessosi anch’egli deplora come abnorme la relativa influenza politica di un accordo tra i leader dei quattro maggiori partiti: rappresent­anti complessiv­amente ben oltre i due terzi dei voti elettorali e parlamenta­ri. L’Italia, dopo il 4 dicembre scorso, è sempliceme­nte rimasta una Repubblica parlamenta­re. Matteo Maria Martinoli Milano

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy