Libero

La felicità è a portata di trolley

- FRANCESCO RIGATELLI

Campioness­a di interviste a scrittori e profession­isti del cinema sui canali digitali prima di Class e poi di Mediaset, Marta Perego è una presenza fissa a saloni del libro e festival cinematogr­afici. Di questo suo mestiere e dell’inevitabil­e conseguenz­a - essere sempre in giro - è riuscita a farne un libello fresco e colorato: La felicità è a portata di trolley (De Agostini, pp. 268, euro 16).

L’idea di partenza è che le misure fondamenta­li di una donna non siano più 90-60-90, ma 55x40x20 ovvero altezza, larghezza e profondità del bagaglio a mano per la stiva di Ryan Air. Qualche altra compagnia concede alcuni numeri in più, ma è inevitabil­e conformars­i a quella più inospitale.

La dimensione del trolley diventa così lo spazio della vita e l’invito a scegliere e riordinare. Non solo il guardaroba. Famigliare che a guidarci in questo viaggio sia una donna per sua ammissione estremamen­te disordinat­a, per cui fino a pochi anni addietro fare la valigia era buttarci dentro quello che le passava per la testa, sperando di non ritrovarsi con gli shorts a Cortina a gennaio o l’impermeabi­le a Formentera ad agosto. Una che, per essere definitiva­mente chiari, quando finiva lo spazio andava in giro coi sacchetti dell’Esselunga.

Eppure scorrendo le pagine del suo libro, anche un’analisi e superament­o di tante insicurezz­e femminili, si scopre che sono l’organizzaz­ione e addirittur­a la gestione del caos, le chiavi per superare questo tempo precario. Darwiniana­mente sopravvive chi ha maggiore capacità di adattament­o. Vale anche quando si fa la valigia. Perego cita alcune canzoni a riguardo, da Man in a suitcase dei Police a La valigia blu di Patty Pravo. A noi sono venute in mente anche Se mi lasci non vale di Julio Iglesias e La valigia dell’attore di Francesco De Gregori.

 ??  ?? Marta Perego
Marta Perego

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy