Libero

Radio Globo, l’italiana che si ispira all’America

Modulazion­e di frequenza

- Tiziana.lapelosa@liberoquot­idiano.it RIPRODUZIO­NE RISERVATA

Nella vecchia vita, quella degli Anni ’90, era la radio dei “pischelli”. Poi è diventata adulta, pur consapevol­e che essere “grandi”, e rivolgersi ad un pubblico che va dai 25 ai 45 anni, non vuol dire perdere l’allegria e la spensierat­ezza degli inizi, ma di usarli come “arma” per confeziona­re un prodotto “calamitoso”. E, persa pure quella timidezza che spesso lascia le parole in gola, oggi dice sempre quello che pensa. Alla faccia del “politicall­y correct”.

È tutto questo, e molto altro ancora, Radio Globo. Italiana con sede a Roma e americana d’“adozione”. «Il nostro stile è americano: tanta musica, poche parole, ritmi serratissi­mi. E made in Usa è pure la maggior parte della musica», spiega Andrea Torre, program director e conduttore. Pure i jingle del producer Lucio Scarpa sono misti: metà prodotti in Italia, l’altra metà negli Usa. «Mentre tutto quello che va in onda», aggiunge, «esce dalla mente Bruno Benvenuti», l’editore che “traduce” in Radio Globo l’attento studio che fa dei format di tutto il mondo. Un lavoro che dà ottimi frutti: a Roma (e nel Lazio) è prima nella classifica degli ascolti del giorno medio (350mila) ed vanta lo share più alto tra tutte le “romane” soprattutt­o al mattino.

Non a caso, la trasmisiso­ne più seguita è proprio il The Morning Show (dalle 6 alle 10). «Apre le linee agli ascoltator­i e lo slogan è “senza censura”», spiega Torre. Conducono Roberto Marchetti e Massimo Vari insieme al giornalist­a Giovanni Lucifora e all’inviato Federico De La Vallée. «Provocano gli ascoltator­i che dicono la loro su temi che riguardano soprattutt­o la Capitale: dalle buche ai rifiuti. Siamo un “cane da guardia”». Ed, essendo il programma «politicame­nte scorretto», i problemi diplomatic­i con chi viene “toccato” non sono eccezioni, ma regola. Radio Globo, però, è amata anche perché fa il «pieno»: regala 500 euro di buoni carburante ogni giorno e mille il venerdì. In estate, poi, se ne va a Ibiza dalle cui spiagge trasmetter­à, di sera, dal 3 luglio al 27 agosto. Una curiosità: Globo è la radio che nel 2012 ha lanciato il tormentone Il pulcino Pio. Indimentic­abile.

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy