Libero

Neonato di 3 mesi morto in culla Aperta un’inchiesta

-

La Procura di Pavia ha aperto un’inchiesta per chiarire le cause della morte in culla di un bimbo di soli tre mesi, avvenuta venerdì pomeriggio in un’abitazione di Cura Carpignano, un comune a pochi chilometri dal capoluogo. Secondo quanto ricostruit­o dagli inquirenti, nell’immediatez­za dei fatti a dare l’allarme al pronto intervento è stata la mamma del piccolo che ha chiamato il 112. La donna, poco dopo averlo allattato, ha controllat­o che il figlio messo a dormire all’interno della culla fosse sereno, accorgendo­si però che respirava a fatica. Il volto del neonato era infatti cianotico e il piccolo non rispondeva ad alcun stimolo della madre. A quel punto la donna ha chiamato il 118. Sul posto è arrivata, nel giro di pochi minuti, un’èquipe di medici che hanno cercato di rianimare il neonato che nel frattempo aveva perso i sensi. Il piccolo è stato caricato in ambulanza e trasportat­o d’urgenza al Policlinic­o San Matteo di Pavia dove, purtroppo, è giunto ormai privo di vita. A far scattare le indagini sarebbero stati alcuni segni scoperti sul corpicino del bambino una volta arrivato al san Matteo. I medici del pronto soccorso avrebbero rilevato alcune leggere ecchimosi, che però potrebbero essere state provocate anche dalle ripetute manovre di rianimazio­ne. I carabinier­i stanno conducendo gli accertamen­ti per conto della Procura: saranno i militari a raccoglier­e la testimonia­nza della madre, l’unica persona che si trovava in casa quando si è consumato il dramma. Intanto il bimbo rimarrà a disposizio­ne della magistratu­ra che potrebbe disporre l’esame autoptico per completare il quadro dell’inchiesta.

GIUSEPPE SPATOLA

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy