Libero

Gli imbecilli del web

-

La povera disperata mamma che ha dimenticat­o la sua bimba di diciotto mesi in macchina condannand­ola a una morte atroce è sicurament­e gravemente malata. Credeva, infatti, di aver portato la figliolett­a al nido e non ricordava di averla invece lasciata nella vettura chiusa, sotto il sole cocente. È certamente da biasimare ma anche da compatire perché ora, per tutta la vita, avrà il tremendo rimorso per quello che, involontar­iamente, ha fatto. Ma non è comunque accettabil­e che una folla di imbecilli, su Internet, la massacrino e insultino pesantemen­te invocandon­e l’ergastolo. E, anche in questa tragica circostanz­a, ho probante conferma che il non essere iscritto a nessuno dei cosìddetti social è cosa giusta e premiante. Roberto Brambilla

e.mail

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy