Libero

Hamilton, scherzetto a Vettel Con 65 pole raggiunge Senna

Il pilota della Mercedes davanti alla Ferrari, 3˚ Bottas e 4˚ Raikkonen Il tedesco: «Non sono contento, ma possiamo vincere». Gp alle ore 20

- GIAMPIERO DE CHIARA RIPRODUZIO­NE RISERVATA

«Il passo gara c’è, non sono contento del passo in qualifica. Mi sarebbe piaciuto recuperare tempo, ma è stata una buona sessione di qualifica». Così, a caldo, Sebastian Vettel commenta la seconda posizione nelle qualifiche del Gran Premio del Canada, dietro il rivale Lewis Hamilton. «Una bellissima atmosfera con tanta gente ed è bellissimo essere qui», aggiunge il ferrarista, che poi omaggia l’avversario: «Congratula­zioni a Hamilton, noi abbiamo scelto una strategia particolar­e che è andata bene. Pensavo di poter fare qualcosa in più in termini di tempo, ma non è stato sufficient­e», sentenzia il tedesco. Guardando alla gara di oggi (ore 20, diretta Sky Sport F1 HD, Vettel conclude: «In ogni caso la macchina è andata molto bene, sono ottimista per domani (oggi, ndr) penso che la macchina dovrebbe andare molto bene».

La giornata di ieri, comunque, è stata quella della gloria personale proprio di Lewis Hamilton. Il pilota della Mercedes, centrando la pole position nel Gp del Canada, eguaglia il suo mito Ayrton Senna a quota 65 pole in carriera. Dopo le prove ufficiali sul circuito di Montreal il 32enne inglese della Mercedes ha ricevuto il casco donato dalla famiglia dell’indimentic­ato campione brasiliano. «Un regalo fantastico, per me è un onore riceverlo», dichiara visibilmen­te commosso, «sono senza parole, ringrazio la famiglia di Senna. Ayrton è stato il mio pilota preferito, colui che ha ispirato le mie scelte». Ora nella classifica di tutti i tempi delle pole position davanti al 32enne di Stevenage c’è solo Michael Schumacher con 68 partenze al palo. Infine Hamilton torna a parlare della sua pole: «Sono davvero felice, ringrazio i tifosi che rendono questo Gp speciale. È stata una battaglia molto serrata. Ho dato tutto, ho spinto al massimo e ho fatto un bel giro. È stato un giro sexy, grandioso. Non credevo mi fosse uscito così bene, mi sono migliorato in ogni settore. Abbiamo imparato dall’ultima gara e ringrazio tutti», conclude.

Una qualifica che ha confermato come questo campionato sarà una sfida a due tra Vettel ed Hamilton. I due si sono sfidati a colpi di giri migliori, dando il meglio di loro stessi negli ultimi dieci minuti finali di prove. Per l’inglese della Mercedes si tratta della quarta partenza al palo della stagione. Ha girato in 1’11”459 nuovo record del circuito di Montreal, precedendo la Ferrari di Vettel (1’11”789) che oggi partirà accanto a lui in prima fila. Seconda fila per i finlandesi Valtteri Bottas (1’12”177), con l’altra freccia d’argento, e Kimi Raikkonen (1’12”252) con la seconda Rossa. Terza fila targata Red Bull con l’olandese Max Verstappen (1’12”403) che ha fatto meglio del compagno di scuderia, Daniel Ricciardo (1’12”557).

Qualche per l’altro recriminaz­ione ferrarista, Kimi Raikkonen: «Non so cosa abbia fatto la differenza con la Mercedes. Non è stata la qualifica ideale per me, ma domani (oggi, ndr) è un altro giorno», il suo commento, ai microfoni di Sky, sul quarto posto raggiunto nelle qualifiche . «Ho avuto buone sensazioni, ma ero al limite con le gomme, ho faticato e non sono riuscito a fare un buon giro», aggiunge Kimi. Per quanto riguarda la gara, Raikkonen sul passo gara concluide speranzoso: «Credo saremo vicini».

 ?? [Getty] ?? Lewis Hamilton, 32 anni, con il casco regalato dalla famiglia Senna
[Getty] Lewis Hamilton, 32 anni, con il casco regalato dalla famiglia Senna

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy