Libero

Ostapenko regina Oggi gran finale Nadal-Wawrinka

- RIPRODUZIO­NE RISERVATA

Beata sia la gioventù, beata sia Jelena Ostapenko. In attesa di Nadal-Wawrinka (oggi), il tennis femminile accoglie la sua nuova regina, vincitrice del Roland Garros: la 20enne lettone, vittoriosa per 4-6, 6-4, 6-3 in quasi 2 ore contro la Halep, è la prima non inclusa tra le teste di serie a trionfare nello Slam francese, nonché la più giovane vincitrice a Parigi dal ’97 (da Iva Majoli).

La partita è intensa, bella, non priva di imperfezio­ni: il primo set, vinto dalla Halep, mette in evidenza l’immaturità dell’avversaria, che alterna giocate da stropiccia­rsi gli occhi a goffi errori. Il secondo, almeno all’inizio, fa pensare che la romena vincerà. Poi accade l’impensabil­e, con la Halep che, avanti 3-0, butta al vento tre palle del 4-0 e dà il via alla rimonta della lettone. Seguono break e controbrea­k, e a spuntarla è la Ostapenko. Il terzo set, infine, esibisce il sublime talento di Jelena, che non sembra mai sfiorata dalla tensione, anche quando c’è la svolta al settimo game col break del 4-3. Anche quando, nel finale, sulle prime esulta a malapena, quasi incoscient­e di ciò che ha appena fatto. Grazie alla vittoria del suo primo vero titolo, diventa la n˚12 al mondo: «È un sogno che si avvera», confessa. È l’inizio di un’era?

AL.NE.

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy