Libero

Recupera la palla e cade dal tetto Muore tunisino

-

Non ce l’ha fatta. Il suo cuore ha cessato di battere mentre veniva trasportat­o a bordo dell’elicottero del 118 verso il pronto soccorso dell’ospedale di Desio. Lui, un 48enne tunisino, era salito sul tetto di un capannone adiacente al cortile di casa, per prendere il pallone della figlia che stava giocando e lo aveva lanciato troppo in là. Ma le lamiere dell’ex Centro di formazione profession­ale di via Marco Polo, a Meda, ora abbandonat­o, hanno ceduto e il tunisino si è schiantato a terra da un’altezza di cinque metri sfondando anche un controsoff­ito. Vani i tentativi di salvarlo da parte dei vigili del fuoco di Monza e di Meda, i carabinier­i della compagnia di Seregno, gli agenti della Polizia locale di Meda, che proseguono coi rilievi per le indagini. I parenti del tunisino, padre di tre figli, non si danno pace e hanno inscenato una protesta all’ospedale di Desio perchè sostengono che i soccorsi non sarebbero stati sufficient­emente tempestivi. Anche la moglie, 39enne, è stata trasportat­a nel presidio sanitario per il forte shock subito.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy