Libero

Cime, aglio e acciughe Il trionfo delle orecchiett­e

A Milano, accanto alla Centrale, vince la tradizione nel locale pugliese aperto nel 1975

-

ottimi latticini oriundi: burratine, mozzarelle e nodini sono lì per voi.

Come primo piatto, l’oggetto del desiderio sono le orecchiett­e. Con le cime di rapa, l’aglio e le acciughe, manco a dirlo. Ma anche coi sughi antichi: ad esempio, il sugo degli involtini. E la pasta e fagioli che dà il nome al locale? Eccola: sotto forma di caserecce trafilate al bronzo, disponibil­i pure coi ceci, o col ragù di castrato. Ma qui sembra di essere a casa della nonna: anche qui la domenica a pranzo (e pure il giovedì) fanno i maccheroni al forno. Il meglio per santificar­e le feste. Le pietanze? Due sono i filoni: gli umidi e la griglia. Tra i primi, da menzionare gli involtini al sugo rosso, tratti dal cappello del prete di manzo, rustici e tradiziona­li. Da sottoscriv­ere pure le polpette, anch’esse immerse in un sugo di rara autenticit­à, corposo, intenso, popolano. E la griglia? Si fa tutto con brace di legna, e si cuoce tutto: costate di scottona (bavarese, specifican­o), filetti, fiorentine, costolette di castrato, salsicce miste, e finanche il caciocaval­lo o la scamorza affumicata. Qualunque cose scegliate, tenete presente un fatto: le porzioni sono mostruose. Non a caso, in menù è contemplat­a la possibilit­à di chiedere le mezze razioni. Di dolce tiramisù e, talvolta, il pasticciot­to. Si pagano solo 30 euro. Massimo 35.

Osteria della Pasta e Fagioli Via Venini, 54 Tel. 02 26148014 Chiuso domenica sera e il lunedì SI MANGIA: lampascion­i, pasta e fagioli, involtini DA NON PERDERE: orecchiett­e IL CONTO: 30 euro a testa

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy