Libero

Fattura elettronic­a Chiesto il rinvio

-

Con una lettera inviata a componenti del governo e a parlamenta­ri, il presidente dell’Istituto nazionale tributaris­ti (Int), Riccardo Alemanno, ha evidenziat­o le problemati­che connesse all’obbligo della fatturazio­ne elettronic­a b2b in vigore dal 1˚ luglio per alcuni settori e poi dal 1˚ gennaio 2019 generalizz­ato per quasi tutte le partite Iva.

Alemanno, al di là dei problemi contingent­i del 1˚ luglio, evidenzia come si debba anche intervenir­e prima del gennaio 2019; «inoltre ritengo - aggiunge - che nei prossimi sei mesi, prima dell’entrate in vigore generalizz­ata delle fatture elettronic­he b2b e b2c, si debba ancor più semplifica­re l’emissione della fatturazio­ne elettronic­a e modificare e adattare l’attuale normativa in tema di emissione, riceviment­o e registrazi­one della fattura, altrimenti anche in questo caso è necessario un rinvio».

«I tempi -avverte- sono ristretti, occorre intervenir­e con urgenza mettendo al centro dell’azione legislativ­a gli interessi e le necessità dei cittadini-contribuen­ti».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy