Boom di ri­chie­ste per il tour dei fan­ta­smi

Po­sti esau­ri­ti in po­chi gior­ni per gi­ra­re la cit­tà al ca­lar del so­le Per l’an­no pros­si­mo so­no già al­lo stu­dio nuo­vi per­cor­si eso­te­ri­ci

Libero - - Milano - BENEDETTA VITETTA © RI­PRO­DU­ZIO­NE RI­SER­VA­TA

Da sem­pre i mi­ste­ri, le leg­gen­de, le stra­nez­ze, i de­lit­ti più ef­fe­ra­ti mai ri­sol­ti e tut­to ciò che è le­ga­to al mon­do dell’eso­te­ri­smo ap­pas­sio­na­no un gran nu­me­ro di per­so­ne. Per non par­la­re poi di chi è con­vin­to che in al­cu­ni luo­ghi, da tem­pi im­me­mo­ri, aleg­gi­no stra­ne pre­sen­ze o di quel­li che cre­do­no per­si­no ai fan­ta­smi. Per que­sto o sem­pli­ce­men­te per co­no­sce­re la co­sid­det­ta Mi­la­no noir, quel­la più na­sco­sta e me­no bat­tu­ta dai tra­di­zio­na­li gi­ri tu­ri­sti­ci, il «Gho­st tour» sta ri­scuo­ten­do con­sen­so spe­cie tra i più gio­va­ni. Ma non so­lo.

Crea­to quat­tro an­ni fa dal ge­nio di Va­le­ria Cel­si, 35en­ne mi­la­ne­se (lau­rea­ta in Be­ni Cul­tu­ra­li e gui­da tu­ri­sti­ca di pro­fes­sio­ne) il per­cor­so con il pas­sa­re del­le sta­gio­ni, e gra­zie so­lo al pas­sa­pa­ro­la dei so­cial, sta aven­do un gran­dis­si­mo suc­ces­so e se­gui­to.

PAS­SEG­GIA­TE NOIR

Tut­ti gli ap­pun­ta­men­ti, or­ga­niz­za­ti per lo più al ca­lar del­la se­ra «per ave­re la giu­sta at­mo­sfe­ra», in­fat­ti in po­chi gior­ni (se non in po­che ore co­me nel ca­so dell’even­to or­ga­niz­za­to per la not­te di Hal­lo­ween) re­gi­stra­no il pie­no­ne. E co­sì, per ac­con­ten­ta­re tut­ti, Cel­si - che è riu­sci­ta a tra­sfor­ma­re la sua gran­de pas­sio­ne in un la­vo­ro a tut­ti gli ef­fet­ti - al­le da­te già pro­gram­ma­te de­ve sem­pre ag­giun­ge­re altre da­te e per­si­no al­tri ora­ri in cui por­ta­re mi­la­ne­si e non al­la sco­per­ta del­la Mi­la­no più se­gre­ta.

«Qual è il luo­go del­la me­tro­po­li più in­fe­sta­to dai fan­ta­smi? Sen­za dub­bio il Ca­stel­lo» rac­con­ta, «qui stan­do al­le leg­gen­de si ag­gi­ra­no spet­tri fa­mo­si co­me quel­lo di Lu­do­vi­co il Mo­ro e del­la con­sor­te Bea­tri­ce d’Este, mor­ta pre­ma­tu­ra­men­te di par­to in una del­le stan­ze. A lo­ro si ag­giun­go­no poi i fan­ta­smi che abi­ta­no all’in­ter­no del Parco Sem­pio­ne. Tra i tan­ti, uno dei più fa­mo­si è quel­lo del­la “Dama ve­la­ta”, ve­sti­ta di ne­ro e con il vol­to co­per­to da un ve­lo, la cui pre­sen­za è ac­com­pa­gna­ta da un pro­fu­mo di vio­let­ta che non pas­sa inos­ser­va­to».

Due ore di cam­mi­na­ta è il tem­po me­dio dei di­ver­si per­cor­si che Va­le­ria Cel­si ha stu­dia­to per vi­si­ta­re ac­cu­ra­ta­men­te tut­ti i quar­tie­ri del­la cit­tà. Si va dai di­ver­si tour che si svol­go­no all’in­ter­no del Ci­mi­te­ro Mo­nu­men­ta­le - si svol­go­no al ca­lar del­le te­ne­bre, so­lo nei me­si in­ver­na­li e mu­ni­ti di ap­po­si­te tor­ce - pas­san­do per le pas­seg­gia­te che van­no al­la sco­per­ta dei se­gre­ti di Por­ta Ro­ma­na, di Por­ta Ve­ne­zia, la vi­si­ta del­la chie­sa di San Ber­nar­di­no e dei suoi din­tor­ni, il gi­ro dei luo­ghi del­la de­va­stan­te pe­ste di Mi­la­no, fi­no ai se­gre­ti e al­le leg­gen­de dei Na­vi­gli, so­lo per ci­ta­re al­cu­ni dei gi­ri più get­to­na­ti.

Inol­tre ogni an­no la stu­dio­sa pro­po­ne per­cor­si sem­pre nuo­vi : «Per il 2019 do­vrei par­ti­re con il gi­ro dei luo­ghi del­la mas­so­ne­ria, il per­cor­so sull’al­chi­mia e an­che con un fi­lo­ne che nul­la ha a che fa­re col mi­ste­ro e i fan­ta­smi: si trat­ta del tour dei luo­ghi che so­no sta­ti set ci­ne­ma­to­gra­fi­ci, un per­cor­so a cui cre­do pa­rec­chio».

IL “GHO­ST TOUR”

Ma tor­nia­mo al sem­pre af­fol­la­tis­si­mo “Gho­st Tour” che par­te da Piaz­za Ca­stel­lo, sno­dan­do tra le vie più cen­tra­li del­la cit­tà, e ter­mi­nan­do poi in Via Ba­gne­ra, stret­ta e na­sco­sta tra­ver­sa di via To­ri­no di­ven­ta­ta tri­ste­men­te no­ta per­chè qui An­to­nio Bog­gia, con­si­de­ra­to il pri­mo se­rial kil­ler ita­lia­no, nei pri­mi dell’Ot­to­cen­to na­scon­de­va i cor­pi del­le sue vit­ti­me.

Tra le va­rie tap­pe del­la pas­seg­gia­ta ci si ferma in piaz­za del­la Sca­la do­ve si di­ce che ano­ra og­gi si sen­ta echeg­gia­re la vo­ce «e a vol­te ad­di­rit­tu­ra si rie­sca a ve­de­re il fan­ta­sma del­la Cal­las» spie­ga Cel­si. Si pas­sa poi per la Gal­le­ria Vit­to­rio Ema­nue­le, luo­go in cui an­co­ra vi­vreb­be lo spirito di Giu­sep­pe Men­go­ni, «il pro­get­ti­sta del­la Gal­le­ria che mo­rì, o fu uc­ci­so co­me nar­ra­no pa­rec­chie leg­gen­de, pro­prio la not­te pri­ma dell’inau­gu­ra­zio­ne». E cer­to non po­te­va man­ca­re il fan­ta­sma del Duo­mo: «Si trat­ta di una cer­ta Car­li­na che cad­de dal­le sue ter­raz­ze du­ran­te il viag­gio di noz­ze» pre­ci­sa la gui­da che sull’on­da del suc­ces­so ot­te­nu­to nel 2017 ha pub­bli­ca­to il vo­lu­me “La gui­da noir di Mi­la­no”, «che pa­re che an­co­ra og­gi si di­ver­ta a com­pa­ri­re nel­le fo­to­gra­fie di quel­li che si met­to­no in po­sa da­van­ti al­la Cat­te­dra­le».

Per chi vo­les­se pren­de­re par­te a una di que­ste pas­seg­gia­te ba­sta an­da­re su Fa­ce­book e di­gi­ta­re “I mi­ste­ri di Mi­la­no, gho­st tour di Mi­la­no by Va­le­ria” per co­no­sce­re tut­te le da­te di­spo­ni­bi­li, i per­cor­si tra i qua­li sce­glie­re, gli ora­ri pre­vi­sti e i co­sti del­le vi­si­te e co­me fa­re per pre­no­ta­re. Per ogni al­tro ti­po di in­for­ma­zio­ne si può an­che in­via­re un mes­sag­gio o chia­ma­re di­ret­ta­men­te il 348-5133396.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.