I con­ti non tor­na­no

Libero - - Lelettere -

62 an­ni di età e 38 an­ni di con­tri­bu­ti. Per chi ha una spe­ran­za di vi­ta di 86 an­ni vuol di­re che avrà 24 an­ni di pen­sio­ne da pren­de­re. Da pa­gar­si con 38 an­ni di con­tri­bu­ti. Non ba­ste­ran­no mai. Glie­li pa­ghe­rà Sal­vi­ni? Bi­so­gna la­scia­re che chi se la sen­te con­ti­nui a ver­sa­re con­tri­bu­ti fi­no a quan­do ne avrà vo­glia e for­za. Le ri­sor­se non van­no spre­ca­te. Se vuoi an­da­re in pen­sio­ne pri­ma de­vi ac­con­ten­tar­ti di pren­de­re una pen­sio­ne coe­ren­te con quel­lo che hai ver­sa­to di­vi­so per gli an­ni di spe­ran­za ma­te­ma­ti­ca di vi­ta che ti ri­ma­ne. La for­za la­vo­ro per giun­ta esper­ta de­ve es­se­re sfrut­ta­ta e non co­stret­ta a ozia­re. Non bi­so­gna chiu­de­re le no­stre fab­bri­che per un co­sto del la­vo­ro che po­treb­be es­se­re ab­bat­tu­to. Il sin­da­ca­to per pri­mo do­vreb­be intervenire.

Fran­co Ar­ri­cia­ti

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.