Va con lo sno­w­board su una pi­sta vie­ta­ta, muo­re a 24 an­ni

Libero - - Attualità - CLAU­DIA OSMETTI

Il brivido del fuo­ri­pi­sta. Quel sen­tie­ro non bat­tu­to lon­ta­no da­gli im­pian­ti, un in­sie­me di ne­ve fre­sca e di ghiac­cio. Ju­lian Im­pa­gliaz­zo si è al­lac­cia­to lo sno­w­board ai pie­di e, nel pri­mo po­me­rig­gio di ie­ri, si è lan­cia­to. Qual­che zi­za­ga­ta, poi il di­sa­stro. E’ pre­ci­pi­ta­to per 150 me­tri sui pen­dii so­pra Cour­mayeur, in pro­vin­cia di Ao­sta: il fred­do, le roc­ce, il man­to che non ha fre­na­to la ca­du­ta. Lui, ori­gi­na­rio di Ce­se­na ma re­si­den­te a Scan­dic­ci (Fi­ren­ze), 24 an­ni ap­pe­na, è mor­to co­sì: con la ta­vo­la ai pie­di, in un “ca­na­le” del Mon­te Bian­co - il “Ca­na­le del bam­bi­no” - vie­ta­to agli scia­to­ri e agli aman­ti de­gli sport in­ver­na­li dal 1996. A chiu­de­re quel trat­to di mon­ta­gna era sta­ta, vent’an­ni fa, un’or­di­nan­za dell’am­mi­ni­stra­zio­ne co­mu­na­le di al­lo­ra: trop­pi in­ci­den­ti, s’era det­to. Ep­pu­re i free­ri­der ci an­da­va­no lo stes­so a sfi­da­re quei 1.800 me­tri di quo­ta. La go­la ri­pi­da, il ge­lo che non fa at­tec­chi­re i fioc­chi. Ju­lian non era da so­lo. Con lui c’era un ami­co, un al­tro sno­w­boar­der. Si so­no ri­tro­va­ti in mez­zo a quell’in­fer­no bian­co, in­ca­stra­ti in un faz­zo­let­to di ter­ra osti­le. Di ri­sa­li­re non c’era mo­do. Per scen­de­re a val­le bi­so­gna­va met­te­re in con­to qual­che ca­du­ta. Ju­lian ha sgan­cia­to gli scar­po­ni, si è av­via­to a pie­di. «All’im­prov­vi­so non l’ho più vi­sto», rac­con­ta il com­pa­gno di av­ven­tu­ra che si è sal­va­to fer­man­do­si su un al­be­ro ed è riu­sci­to a lan­cia­re l’allarme, chia­man­do al te­le­fo­no tre al­tri ra­gaz­zi del­la co­mi­ti­va che sta­va­no po­co lon­ta­ni. I soc­cor­ri­to­ri ipo­tiz­za­no che sia sci­vo­la­to su una roc­cia, che ab­bia ro­to­la­to per de­ci­ne di me­tri: quan­do l’han­no ri­tro­va­to era un cu­mu­lo di le­sio­ni e trau­mi. L’eli­soc­cor­so che ar­ri­va im­me­dia­ta­men­te, la fol­le cor­sa ver­so l’ospe­da­le più vi­ci­no: non c’è sta­to nien­te da fa­re. Se non apri­re un’indagine per ac­cer­ta­re co­sa sia ef­fet­ti­va­men­te suc­ces­so, la con­du­ce la Guar­dia di fi­nan­za di En­tre­ves. La sal­ma di Ju­lian ora è nel­la ca­me­ra mor­tua­ria del ci­mi­te­ro di Cour­mayeur. Ie­ri è mor­to im­prov­vi­sa­men­te an­che la pro­mes­sa del bia­thlon Han­nes Brei­ten­ber­ger. Ave­va 18 an­ni e per un mo­men­to il suo no­me è sta­to as­so­cia­to al­la mor­te di Im­pa­gliaz­zo.

I soc­cor­ri­to­ri di Ju­lian Im­pa­gliaz­zo

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.