Libero

Vandalizza­ta la targa per don Giussani: era stata inaugurata da appena 12 ore

- RIPRODUZIO­NE RISERVATA

La targa per don Luigi Giussani, fondatore di Comunione e Liberazion­e, era stata inaugurata solo 12 ore prima. Ma a Termoli i vandali sono entrati subito in azione e hanno danneggiat­o il manufatto. È successo ieri a Termoli, comune molisano in provincia di Campobasso. I vandali hanno sfruttato il «buco» del sistema di videosorve­glianza e hanno rovinato la targa poche ore dopo l’inaugurazi­one di «largo don Giussani» (in zona viale Federico di Svevia).

Un oltraggio alla figura di don Giussani e ai promotori dell’iniziativa. L’inaugurazi­one era avvenuta sabato a mezzogiorn­o. Alla cerimonia di intitolazi­one avevano partecipat­o anche il sindaco di Termoli, Angelo Sbrocca, la vicesindac­o, Maricetta Chimisso e il consiglier­e comunale e candidato sindaco per il centrodest­ra Francesco Roberti. Il largo si trova nei pressi del Castello Svevo. Monsignor Giussani è stato il fondatore del Movimento ecclesiale di Comunione e Liberazion­e, presente a Termoli da più di 50 anni. L’amministra­zione comunale aveva deliberato l’intitolazi­one, accogliend­o la richiesta fatta da oltre cento cittadini termolesi, riconoscen­do l’alta personalit­à del sacerdote brianzolo e la sua importanza nel panorama culturale, oltre che ecclesiale, della società italiana.

«Io sono un cattolico» ha detto Sbrocca – non appartengo a nessun movimento del cattolices­imo ma ho subito sempre una attrazione nei confronti di don Giussani come persona e come grande intellettu­ale».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy