Libero

La votazione

-

552 SÌ ALLA CAMERA

■ La Camera ha approvato quasi all’unanimità la richiesta del governo di un nuovo scostament­o di bilancio da otto miliardi di euro: 552 i sì con solo 6 astensioni e nessun voto contrario

278 SÌ AL SENATO

■ Nel pomeriggio anche il Senato ha approvato la risoluzion­e di maggioranz­a quasi all’unanimità: 278 i voti favorevoli, 4 gli astenuti e 4 i voti contrari

LA RISOLUZION­E

■ La risouzione approvata prevede di rafforzare gli aiuti ai lavoratori autonomi. Si legge: «Sono da considerar­e favorevolm­ente le proposte volte a rafforzare l’efficacia degli interventi per il sostegno a lavoratori autonomi, commercian­ti, artigiani, profession­isti, attraverso l’ampliament­o della moratoria fiscale a tutte le attività economiche che hanno subito cali rilevanti del fatturato». E ancora: «è necessario avviare un confronto per la definizion­e di un meccanismo organico di natura perequativ­a che (...) si basi sul rimborso di parte dei costi fissi, prevedendo la possibilit­à di attribuire i ristori anche ai lavoratori autonomi e ai liberi profession­isti che non ne hanno beneficiat­o»

I PRECEDENTI

■ Il governo ha già chiesto altri scostament­i di bilancio: l’11 marzo, 20 miliardi per il Cura Italia; a fine aprile, altri 55 miliardi; a fine luglio altri 25 miliardi di scostament­o; il 14 ottobre, con la legge di Bilancio chiesti 24 miliardi per il 2021. Infine, ieri, ulteriori 8 miliardi

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy