Libero

Cadavere murato in villa: 30 anni all’ex amante della vittima

-

■ Nel gennaio 2019, nella parete di un residence di lusso a Senago (Mi), era stato ritrovato uno scheletro murato. Ieri è arrivata la sentenza per quel delitto, avvenuto nel 2013: condannata a trent’anni di reclusione Carmela Sciacchita­no, 65 anni, l’ex amante della vittima, Astrit Lamaj. Il cittadino albanese aveva 42 anni quando fu strangolat­o in una villetta di Muggiò, nel monzese, e poi gettato in un pozzo sotto una delle abitazioni del residence Villa degli Occhi dove è stato ritrovato sei anni dopo, grazie a un collaborat­ore di giustizia. Oltre alla donna, la mandante del delitto, sono stati condannati a 24 e 14 anni di reclusione i fratelli che uccisero Lamaj, Angelo e Carmelo Arlotta, collaborat­ore di giustizia.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy