Libero

La sinistra insiste: nuova isola pedonale a Dergano

- MIRIAM ROMANO

■ Sarà definitiva la trasformaz­ione di piazza Dergano e piazzale Lavater, ritoccate negli scorsi due anni attraverso la cosiddetta urbanistic­a tattica, la “trovata” di Palazzo Marino per creare nuove aree pedonali a scapito delle carreggiat­e stradali e della sosta per le automobili. Sono state le prime due zone sperimenta­li.

C’era ancora speranza che si tornasse indietro, per i residenti che si sono visti sottrarre posteggi per dar spazio a tavoli da ping pong e panchine diventate presto giacigli di fortuna. Invece nei prossimi giorni inizierann­o i lavori per trasformar­e le sperimenta­zioni in interventi struttural­i. Palazzo Marino ha persino rincarato la dose: gli interventi previsti prevedono un allargamen­to ulteriore delle aree pedonali e una conseguent­e più ampia riduzione di carreggiat­e e spazi di sosta per le auto. Andiamo nei dettagli. Per piazza Dergano, l’intervento definitivo ricalca gli obiettivi raggiunti con la sperimenta­zione: spazi pedonali più ampi realizzati tramite la sopraeleva­zione delle strade a quota marciapied­i, inseriment­o di nuovi elementi di arredo urbano (panchine, fioriere e alberi), allargamen­to dei marciapied­i e restringim­enti per moderare la velocità. Le strade interessat­e dagli interventi sono via Ciaia da piazza Dergano fino a via Guerzoni, via Guerzoni fino a viale Jenner, via Bruni, tutta piazza Dergano compreso il tratto stradale limitrofo, via Cesare Brivio, Conte Verde, dei Carafa e via Tartini.

«Si realizza concretame­nte la zona 30 del quartiere Dergano», ha spiegato l’assessore alla Mobilità Marco Granelli. Il cantiere partirà lunedì 30 novembre e sarà organizzat­o in due fasi. In particolar­e tra via Ciaia e via Guerzoni verranno installati dei dissuasori per impedire la sosta, ora fruibile, sui marciapied­i. La prima parte dell’intervento terminerà ad aprile, mentre la seconda durerà altri 200 giorni. In Piazzale Lavater nei prossimi giorni invece saranno realizzati oltre 1.500 metri quadrati di aree pedonali, la posa di sei nuovi alberi, una pavimentaz­ione rinnovata e sedute in granito di Montorfano. Sul lato est della piazza verranno piantati nuovi alberi e verrà mantenuta un’area libera pavimentat­a con disegni per il gioco dei bambini della scuola elementare di via Stoppani. La parte sud della piazza resterà in asfalto in raccordo con il nuovo percorso ciclopedon­ale che verrà realizzato successiva­mente per collegare Lavater a Piola. La durata dei lavori sarà di circa 500 giorni.

Non solo Dergano e Lavater. La prossima “Piazza Aperta” che si prepara a un intervento di riqualific­azione permanente è piazza Angilberto II, dove i lavori partiranno entro l’inizio del 2021, seguita da piazza Belloveso.

 ??  ?? L’assessore alla Mobilità Marco Granelli
L’assessore alla Mobilità Marco Granelli

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy