Libero

La trama delle stragi è sempre nera, mai araba

- FAUSTO CARIOTI

Caro Carioti, mi ha colpito l’articolo di Andrea Morigi, su Libero del 23 novembre, circa la possibile esistenza in Italia di depositi di nitrato di ammonio facenti capo a Hezbollah. A me è tornata alla mente la strage di Bologna: la comoda matrice neofascist­a, sposata dai giudici con la condanna di Francesca Mambro e Valerio Fioravanti, lascia forti dubbi. Tra le ipotesi alternativ­e c’è la “pista mediorient­ale”: questa tesi, autorevolm­ente sostenuta da Francesco Cossiga, individua le cause della carneficin­a in un incidente occorso a terroristi palestines­i durante il trasporto di materiale esplosivo conservato in depositi italiani, con le autorità nostrane che guardavano altrove in osservanza al “lodo Moro”. Tesi che recentemen­te sembra aver trovato nuovo supporto nel rinvenimen­to di un timer tra i reperti. Ora sarebbe utile e corretto che il ministro degli Interni fornisse maggiori informazio­ni o una documentat­a smentita. Amelio Lombardi e.mail

Caro Lombardi, non credo che la smentita di un ministro possa illuminare certe zone oscure, perché chi governa dice ciò che gli conviene, non ciò che è vero. Se gli Stati Uniti hanno l’omicidio di John Fitzgerald Kennedy, noi abbiamo la strage di piazza Fontana a Milano, la strage del treno Italicus, la strage di Bologna e quella del DC-9 di Ustica. Per la bomba nella stazione sono stati trovati due colpevoli che convincono solo chi ci vuole credere, le altre sono ancora senza padre né madre. Io non ho alcuna verità da spacciare, so solo che Cossiga non era un fesso e che in quegli anni i terroristi palestines­i e arabi facevano in Italia ciò che volevano, e lo confermano i due attentati di Fiumicino (1973 e 1985). Ma la sinistra ha deciso che la soluzione di ogni mistero risiede nelle trame nere e massoniche, grazie alle quali schiere di dietrologi rossi hanno fatto fior di carriere nelle procure e nelle redazioni. Anche grazie a loro, le acque di quelle inchieste sono talmente inquinate che cavarne fuori qualunque certezza è ormai impossibil­e.

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy