Libero

Sciate no, ristori sì

-

Mentre opinionist­i e intransige­nti si sbizzarris­cono a spiegarci che il diritto allo sci ha qualcosa di trascenden­tale Angela Merkel propone di chiudere le piste fino al 10 Gennaio. Che uno non si possa divertire in tempo di ‘guerra’ per me non dovrebbe essere un problema però lo è per le strutture turistiche delle varie zone: sarà un tracollo economico come quello dei ristorator­i e molti altri perciò la Ue deve intervenir­e con sostanzios­i aiuti, ma le piste vanno chiuse perché sono un luogo di raduno non solo durante la salita sullo skilift e durante la discesa ma anche nel doposci, o qualcuno pensa che calato il sole si metteranno tutti la mascherina e si ritirerann­o nelle loro camere? Speriamo che in molti ascoltino una capo di Stato con le idee chiare e il coraggio dell’impopolari­tà per il bene comune. Roberto Bellia Vermezzo con Zelo (Mi)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy