Libero

San Siro rock, una storia lunga 130 concerti

- FEDERICA ZANIBONI

■ Il 27 giugno del 1980 Bob Marley si esibisce a Milano. E per la prima volta il Meazza, uno dei luoghi simbolo della città, si trasforma in palcosceni­co. Da quel momento lo stadio diventa la casa dei più grandi eventi musicali italiani, dando il via a una storia che da quarant’anni contraddis­tingue il capoluogo lombardo. Massimilia­no Mingoia, giornalist­a del quotidiano Il Giorno, racconta tutto questo nel nuovo libro “San Siro Rock”, da ieri disponibil­e nelle librerie. Pubblicato dalla casa editrice Officina di Hank, il volume attraversa gli ultimi decenni di una Milano dinamica e vivace, il cui stadio ha ospitato i concerti (...)

(...) di grandissim­i artisti italiani e internazio­nali, da Vasco Rossi a Bruce Springstee­n, da Laura Pausini a David Bowie. «L’idea è nata tempo fa, prima che arrivasse il Covid e prima che si iniziasse a parlare della demolizion­e di San Siro», spiega l’autore. «È un luogo cui sono molto legato, sia da tifoso dell’Inter che da appassiona­to di musica».

Una parte del libro, infatti, è dedicata alla storia del Meazza, alla costruzion­e nel 1926 e alle modifiche apportate successiva­mente. Per arrivare agli anni Ottanta, quando si è capito che oltre al tempio del calcio poteva esserlo anche della musica. «L’esibizione di Bob Marley segna una svolta epocale», sottolinea Mingoia. «Da lì in poi cominciano a tornare in Italia le più note rockstar internazio­nali, che nel decennio precedente avevano smesso di venire a causa dei disordini pubblici». Tutti i 130 concerti che si sono tenuti a San Siro in questi quarant’anni, vengono ricostruit­i nelle pagine del volume.

Un lavoro immenso, iniziato nel 2017 e che, come spiega l’autore, si è basato principalm­ente su tre fonti. «Mi sono servito delle interviste ai protagonis­ti degli eventi: musicisti, sindaci e promoter musicali», racconta. «Poi c’è stata una faticosa ricerca archivisti­ca di tutti i maggiori quotidiani milanesi che hanno scritto di concerti dal 1980 a oggi. Infine», continua Mingoia, «ho recuperato tutte le biografie dei cantanti che si sono esibiti al Meazza, aggiungend­o le esperienze che ho vissuto in prima persona». Molti di questi documenti sono stati messi a disposizio­ne dei lettori, riportati all’interno dell’opera, che si presenta in ordine cronologic­o e suddiviso per decadi. «Alla fine del libro faccio anche un po’ di statistica sui concerti che ci sono stati al Meazza: il cantante che ci ha suonato più volte è stato Vasco Rossi, con 29 esibizioni totali».

In concomitan­za con l’uscita di “San Siro Rock”, è stata creata un’omonima pagina Facebook, dedicata soprattutt­o alle esperienze dei lettori. «Su questo profilo porteremo curiosità e aneddoti riguardo al libro», dice il giornalist­a, «ma è stato pensato soprattutt­o per invitare tutti coloro che hanno partecipat­o ai concerti a parlare del proprio vissuto. Sarebbe interessan­te una seconda edizione che contenga anche i racconti di altre persone».

Come spiega l’autore, infine, “San Siro Rock” «è un po’ anche la storia di Milano. Durante quei live è successo di tutto, dalle polemiche politiche – come quando Vasco si era esibito con una foglia di marijuana stampata sulla maglietta – a quelle cittadine», racconta Mingoia. «Ovviamente io sto dalla parte dei fan, dalla parte della musica».

 ??  ??
 ??  ??
 ??  ?? La copertina del volume
La copertina del volume

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy