Libero

I commercian­ti: «Noi siamo già pronti a lavorare»

-

■ «Noi, a dire il vero, eravamo pronti già da giorni a riaprire i negozi. Pazienza... Intanto prendiamo il buono che ci viene concesso. Grazie all’azione della Regione i negozianti potranno sfruttare almeno un giorno, dei tre complessiv­i, del Black Friday. Riaprire le attività commercial­i il 4 dicembre sarebbe stato troppo penalizzan­te».

Gabriel Meghnagi, presidente dell’associazio­ne Ascobaires di Confcommer­cio, pur mantendo una posizione fortemente critica nei confronti del governo su come ha gestito il secondo lockdowm - «non ho ancora capito perché sono stati fatti chiudere i negozi di abbigliame­nto, quando sono aperti i grandi centri» - registra con favore l’uscita dalla zona rossa, risconosce­ndo al governator­e Fontana di aver lavorato al meglio. «Mi auguro che questa sia una riapertura vera», spiega il presidente, «senza una scadenza, per essere chiari. Ovviamente saranno fondamenta­li i controlli da parte delle forze dell’ordine. I negozianti, da soli, non possono far tutto». Sul piano pratico, però, dovremo aspettare la prossima primavera, quando i negozianti dovrann pagare la merce acquistata ora per capire se le feste saranno servite o meno a salvare le attitività. «E se dovete comprare on line fatelo sfruttando la rete dei negozi di prossimità», chiosa Meghnagi.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy