Marie Claire (Italy)

DISCIPLINA­TA IO?

-

Arian­na Fon­ta­na è una ver­sio­ne rock del­le pat­ti­na­tri­ci: sul suo profilo In­sta­gram ap­pa­re in biz­zar­ri ri­toc­chi con in te­sta un tur­ban­te vio­la. Sa­rà per que­sto suo al­ter ego ri­bel­le che si è fat­ta stra­da sul ghiac­cio fi­no a es­se­re la no­stra por­ta­ban­die­ra? Non a ca­so la sua spe­cia­li­tà è lo short trek, la ve­lo­ci­tà. La cam­pio­nes­sa 27en­ne, val­tel­li­ne­se, ci rac­con­ta che nel­la sua di­sci­pli­na ha col­le­zio­na­to più medaglie di qual­sia­si al­tro atle­ta ita­lia­no. Quan­do ha ca­pi­to che il

pat­ti­nag­gio sa­reb­be sta­ta la sua car­rie­ra? Quan­do mi han­no con­vo­ca­ta in na­zio­na­le per cor­re­re tra i big, ma non ave­vo an­co­ra l’età per ga­reg­gia­re. Co­sa non può di­men­ti­ca­re pri­ma di par­ti­re per la Co­rea? Il mio cu­sci­no, odio quan­do non rie­sco a dor­mi­re, co­sì sa­rò co­mo­da di si­cu­ro! A co­sa è giu­sto ri­bel­lar­si

og­gi, nel­lo sport e nel­la vi­ta di ogni gior­no? È giu­sto di­re la pro­pria, an­che se poi si ha tor­to. Io ho det­to e ho fat­to quel che sen­ti­vo di di­re o fa­re, sempre. Co­sì non ho mai avu­to nes­sun rim­pian­to. È per que­sto che so­no ar­ri­va­ta fin qui. E quan­do non ha vo­glia di

al­le­nar­si? Pen­so al mo­ti­vo per cui so­no lì in pi­sta, agli obiet­ti­vi che mi so­no po­sta. Mi tor­na su­bi­to la vo­glia. Ha

già pen­sa­to al do­po car­rie­ra? Po­trei sta­re in Ita­lia per fa­re pro­get­ti con il Co­ni e la Fe­de­ra­zio­ne per pro­muo­ve­re lo sport. O ma­ga­ri fa­re la per­so­nal trai­ner ne­gli USA, mi ve­do be­ne ad al­le­na­re un grup­pet­to di si­gno­re in spiag­gia! Che al­tro ta­len­to sen­te di ave­re? Pen­so di es­se­re mol­to crea­ti­va, fac­cio vi­deo e foto con tan­ti ef­fet­ti vi­si­vi e mu­si­ca­li. Mi di­ver­to, ma ci per­do ore.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy